The news is by your side.

Incompatibilita’ in Tua, Febbo (FI): entrambe le dimissioni forzate confermano la nostra denuncia 

Pescara. “Dopo la decisione inutile assunta da Tulio Tonelli, di rimuovere l’incompatibilita’, lasciando la carica di amministratore unico della societa’ Pescara Energia, arrivano le dimissioni di Guido Dezio da Vice presidente e dal Consiglio di Amministrazione della societa’ TUA, dirigente e prossimo Direttore del Comune di Pescara. Entrambe le ‘dimissioni’ forzate confermano in pieno le nostre battaglie svolte sulla conclamata incompatibilita’ e di come sono in contrasto con le norme vigenti”.

Questo il commento del consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo che spiega quanto segue: “Fatto grave invece e’ che si continua ad ignorare la ‘sostanza’ vera della problematica: ossia le dimissioni non sanano in maniera legittima gli atti assunti e soprattutto le autocertificazioni presentante dai membri del CdA contrastano con i ruoli in itinere con possibili conseguenze e risvolti anche di natura penale. E questo vale anche per l’altro membro del CdA Federica Evangelista, dipendente dell’Aric della quale attendiamo le immediate dimissioni”.

“Se non si procedera’ con urgenza, prosegue il consigliere regionale, al riallineamento giuridico e legittimo degli atti e alla ricostituzione dell’organo amministrativo secondo le regole della trasparenza, economicita’ ed efficienza, con l’annullamento in primis della procedura per l’assunzione inutile ed antieconomica dei tre Dirigenti, mi vedro’ costretto a rivolgermi di nuovo alle Autorita’ di Controllo e Penale che dovranno verificare, tra l’altro, anche la legittimita’ degli emolumenti percepiti dai componenti del CdA”.

“Spero, conclude Febbo, pertanto che si voglia seriamente affrontare le tante problematiche e le mancanze che questo Governo regionale e questo Cda ‘illegittimo’ hanno creato sul Trasporto pubblico locale poiche’ non vorremmo che questo caos ricadesse esclusivamente sulle spalle degli innocenti lavoratori e sulle tasse dei cittadini abruzzesi”.

Potrebbe piacerti anche