The news is by your side.

Interramento della ferrovia a San Giovanni Teatino: per FdS il progetto si può fare, il comune chiede garanzie

San Giovanni Teatino. Nel pomeriggio di ieri, nella sede della Giunta regionale in Viale Bovio a Pescara, si e’ tenuto un incontro sul Masterplan, per definire gli interventi finalizzati allo sviluppo dell’Aeroporto d’Abruzzo, con prolungamento della pista di volo e il collegamento dello scalo mediante la fermata ferroviaria dedicata. All’ordine del giorno, le riflessioni conclusive sul documento prodotto da R.F.I. s.p.a. circa l’interramento del tratto ferroviario in localita’ San Giovanni Teatino e la disamina concludente delle proposte alternative gia’ prospettate ai soggetti coinvolti, fattibili dal punto di vista tecnico ed economico.

All’incontro erano presenti, oltre ai rappresentanti della Regione, di Ferrovie dello Stato Italiane, RFI e Saga, il Sindaco di San Giovanni Teatino Luciano Marinucci e l’Assessore all’urbanistica Ezio Chiacchiaretta. Il Comune di San Giovanni Teatino ha ribadito decisamente la propria posizione sulla volonta’ di Ferrovie di sopprimere il passaggio a livello di San Giovanni Teatino, precisando che l’interramento ferroviario al centro del paese e’ imprescindibile per qualunque tipo di sviluppo territoriale, al fine di tutelare la vivibilita’ dei residenti e dell’economia locale.

Tale opera e’ stata riconfermata tecnicamente fattibile dai rappresentanti di Ferrovie dello Stato Italiane – RFI. “Abbiamo subito tanti attacchi da parte dei rappresentanti del Movimento 5 Stelle locale – spiega il Sindaco Luciano Marinucci – che ci hanno accusato di non avere in mano documenti ufficiali riguardo al progetto dell’interramento della ferrovia al centro di San Giovanni Teatino. La riunione di oggi dimostra esattamente il contrario: la fattibilita’ del progetto e’ stata ribadita ed e’ stato fatto un ulteriore passo avanti, perche’ la Regione portera’ il progetto all’attenzione del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Amministrare significa questo, compiere azioni concrete per il benessere e il progresso del territorio, con coraggio, lungimiranza e senso di responsabilita’”.

“Il Comune di San Giovanni Teatino – dichiara l’Assessore all’Urbanistica Ezio Chiacchiaretta – ha il diritto a rivendicare una scelta decisiva sullo sviluppo futuro di questa comunita’, avendo dovuto accogliere, nel corso degli anni, le piu’ importanti infrastrutture di mobilita’ senza nessuna possibilita’ di tutelare parti di territorio, sacrificando sull’altare del cosiddetto progresso una grossa parte di aree cittadine. Il Prg approvato dal Comune contiene, con una scelta fatta in maniera lungimirante, la previsione di interramento della Ferrovia nella parte centrale del paese. Chiediamo pertanto null’altro che l’attuazione di una previsione urbanistica di sviluppo futuro della citta’, senza la quale l’opera di Ferrovie dello Stato sarebbe in netto contrasto, senza la necessaria rispondenza prevista dalla legge sulle grandi infrastrutture. Il tavolo tecnico odierno ha ribadito la validita’ e la legittimita’ della posizione di San Giovanni Teatino, proiettata ad ottenere uno sviluppo sostenibile dell’area metropolitana Chieti-Pescara, con la tutela e la salvaguardia di cittadini e territorio”.

Il Comune di San Giovanni Teatino ha confermato che la realizzazione della stazione ferroviaria prevista sul proprio Piano Regolatore, potra’ essere effettuata solo quando saranno definite completamente le strategie per il raddoppio della ferrovia e dell’interramento al centro del paese. Il tavolo di lavoro, in maniera univoca, ha deciso che i rappresentanti tecnici della Regione si facciano portavoce delle risultanze del tavolo stesso, presso gli organi politici di Regione Abruzzo, affinche’ tutta la materia del contendere (raddoppio, interramento, realizzazione stazione, etc.) si sposti sul tavolo del Ministero, che dovra’ pronunciarsi in merito alla valutazione dell’opera.

Riguardo alle richieste di Saga di realizzare immediatamente la stazione ferroviaria, rispetto alla quale i rappresentanti delle Ferrovie hanno espresso la fattibilita’ tecnica a svolgere il ruolo di soggetto attuatore da parte di Ferrovie dello Stato Italiane – RFI, il Comune ha evidenziato che tale ipotesi non e’ da percorrere, in quanto si potrebbe rivelare un’azione azzardata che potrebbe compromettere la realizzazione del progetto di interramento. Pertanto, tutto e’ rinviato al tavolo ministeriale. Il Comune di San Giovanni Teatino ha preteso che, dopo la valutazione del Ministero, il prossimo tavolo non sia piu’ di tipo informale ma sia quello della conferenza dei servizi previsti dall’articolo 25 della Legge 210/85.

Potrebbe piacerti anche