The news is by your side.

Rapina in villa a Pescara: tre della banda chiedono di patteggiare la pena di quattro anni di reclusione

 Pescara. Hanno chiesto di patteggiare una pena di quattro anni di reclusione ciascuno i componenti della banda che il 6 febbraio scorso tentarono una rapina in una villa dei Colli di Pescara di proprieta’ dell’imprenditore Mauro Canta, figlio di Lucia Cieri, da 40 anni alla guida della scuola Pitagora.

Si tratta dei cittadini bosniaci Ramo Mujkic e Satomi Hadzovic, entrambi 21enni, arrestati in flagranza di reato, grazie al pronto intervento della polizia, e Sevko Ramovic, 31 anni, tutti residenti in un campo nomadi della capitale. Il pm ha dato il consenso e ora l’ultima parola spetta al gip Gianluca Sarandrea.

L’udienza si terra’ il 18 dicembre prossimo. Sevko Ramovic, difeso dall’avvocato Giancarlo De Marco, e Ramo Mujkic e Satomi Hadzovic, assistiti dall’avvocato Antonio Gugliotta, sono accusati di rapina e lesioni aggravate, e porto non autorizzato di oggetti atti ad offendere. I tre, insieme ad un quarto complice, rispetto al quale si procede separatamente, fecero irruzione nella villa intorno alle 8 del mattino.

Dopo avere tappato la bocca alla madre e picchiato violentemente il figlio, armati di cacciavite, minacciarono di morte entrambi, facendosi consegnare danaro, gioielli e altri oggetti di valore.

Potrebbe piacerti anche