The news is by your side.

Tutto pronto per la 14esima edizione del Pescara Wine Festival. Attesa gente da tutto Abruzzo

Pescara. Si svolgerà sabato dalle 17 in Sala Consiliare il Pescara Wine Festival, premio alle eccellenze del vino abruzzese, a cura dell’Associazione Italiana Sommelier e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Comunale e in collaborazione con Regione Abruzzo, Camera di Commercio e Provincia di Pescara, nato quattordici anni fa con lo scopo di premiare le eccellenze enoiche abruzzesi e presentarle agli appassionati, ai wine lover, agli operatori del settore e del Turismo e Commercio.

Il Premio è caratterizzato dalla forte contestualizzazione territoriale con la presenza di produttori, enologi e sommelier di tutta la regione ed è stato presentato stamane in presenza sindaco Marco Alessandrini, dal Presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli, da Luca Panunzio, delegato di Pescara dell’Associazione Italiana Sommelier, ideatore e conduttore del Premio; Gaudenzio D’Angelo presidente Ais Abruzzo; i sostenitori dell’evento: Luca Mazzali, Presidente Adrilog (main sponsor); Valentino di Campli, Presidente del Consorzio Vini D’Abruzzo; Enrico Cerulli, Presidente consorzio colline teramane Enrico Cerulli; Giampiero Maruggi e Alessandro Silvani, Responsabili Area Abruzzo Banca Popolare di Bari.

“Siamo alla 14esima edizione del Pescara Wine Festival che si presenta come un vero e proprio evento di continuità – così il sindaco Marco Alessandrini – Siamo lieti di ospitarlo perché dà voce alla qualità enologica abruzzese ed è dunque una cosa buona e giusta che le istituzioni promuovano prodotti straordinari ed identitari come questo, condividendolo con la cittadinanza tutta, oltre che con gli appassionati di vini”.

“Ringrazio Luca Panunzio perché questo evento è diventato istituzionale e vede una partecipazione straordinaria di gente – aggiunge il Presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli – L’anno scorso c’erano non solo produttori e istituzioni, c’erano tantissimi cittadini ad ascoltare le storie degli imprenditori e dei vini premiati e sono convinto che l’edizione 2018 sarà ugualmente ricca e animata”.

“Lavoriamo per organizzare un evento di promozione del comparto – così l’organizzatore Luca Panunzio – La kermesse stabilisce una sorta di “classifica” elaborata dalla sintesi di tutti i premi e i riconoscimenti riscossi dai vini abruzzesi attraverso le guide di settore che noi andremo a premiare. In alcuni casi ci sono vini che riscontrano lo stesso punteggio, cosa che ci ha dato l’opportunità anche di stabilire premi speciali e a far crescere la manifestazione che grazie al lavoro di tutta la delegazione Ais coinvolge davvero un gran numero di realtà, ben 350. Questo mondo si racconterà sabato pomeriggio e chi parteciperà potrà avere un voucher per festeggiare il dopo Pescara Wine Festival da Bollicine insieme a tutti i premiati. Un grazie corre per chi ci sostiene e ci dà spazio, sponsor non solo tecnici, ma anche economici, come la Banca di Bari che è entrata quest’anno e che rappresenta anche il territorio a pieno titolo”.

“Abbiamo scelto di dare il nostro contributo perché siamo una cooperativa abruzzese e abbiamo inaugurato il primo magazzino di logistica integrata al vino che è Tollo – così Luca Mazzali, Presidente Adrilog (main sponsor) – Questo evento consente di raccontare il lavoro che c’è dietro il prodotto e una filiera im portante per l’Abruzzo e per l’Italia, sia nel Paese che anahce all’estero”.

“Confido sia l’inizio di una collaborazione destinata a durare – conclude Giampiero Maruggi della Banca Popolare di Bari – perché essere banca del territorio significa servire il territorio coinvolgendo anche il “terroir” che danno nome e sapore ai vini. Attraverso questo prodotto entriamo in un racconto che passa attraverso la realtà vitivinicola che vi trova espressioni imprenditoriali di prima grandezza e per questo vogliamo ringraziare gli organizzatori per averci aperto le porte di questo mondo”.

LA MANIFESTAZIONE

Parteciperanno a questo Premio i migliori vini presenti sulle guide di settore: Vitae, L’ Espresso, Gambero Rosso, Vini Buoni d’Italia e la guida di Slow Food; incrociando i punteggi ottenuti dai singoli vini in tutte queste pubblicazioni e facendone una media matematica, si otterrà una classifica per cui saranno premiate con la Madaglia d’Oro, d’Argento e di Bronzo, i migliori 3 vini per ciascuna categoria.

Verranno premiati i migliori vini: spumante, trebbiano, cococciola, passerina, pecorino, montonico, cerasuolo d’Abruzzo, Montepulciano d’Abruzzo, Montepulciano d’Abruzzo riserva, colline teramane, colline teramane docg, vino dolce, oltre alla migliore cantina.

PREMI SPECIALI:

1) ADRILOG. Il successo di una cantina e dei suoi prodotti passa dall’efficientamento logistico: un’analisi approfondita dei costi e dell’infrastruttura logistica permette di ottenere una gestione efficiente dei processi produttivi, che si traduce in: qualità di prodotto, in termini di conservazione in magazzino e disponibilità; qualità di servizio, in termini di gestione delle risorse umane per specializzazione e flessibilità stagionale; aumento della marginalità, in termini di riduzione di costi fissi e investimenti infrastrutturali e la gestione del relativo invecchiamento. Adrilog si propone come partner di processo, tassello di congiunzione tra il core business delle cantine (produzione del prodotto) e il mercato.

È così che nasce un premio vocato alla promozione di cantine che ambiscono a controllare l’intero processo produzione-logistico-commerciale e che per caratteristiche combaciano con l’offerta di servizio Adrilog.

2) Il Bianco di Giulio, omaggio a Giulio Perticone illustre imprenditore e appassionato di vini bianchi.

Verrà anche consegnata una targa in ricordo dei riconoscimenti.

A fine evento ci sarà una degustazione degli oltre 50 vini premiati, presso l’enoteca, wine bar e ristorante, “BOLLICINE” sita in via Trento. La degustazione verrà offerta a tutti gli intervenuti alla premiazione che avranno ritirato il PASS all’ingresso della sala Consiliare

Potrebbe piacerti anche