The news is by your side.

Regionali, la Lega presenta i candidati di Pescara. Nel partito di Salvini Verì e vice sindaco di Montesilvano

Pescara. Sono sette i candidati della Lega nella provincia di Pescara alle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale d’Abruzzo. Questa mattina i nomi sono stati svelati dal Commissario Provinciale del Movimento Gianfranco Giuliante, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta in Provincia. Si tratta di: Nicoletta Veri (ex consigliere regionale), Angelita Palumbo (consigliere comunale di Montesilvano), Carla Ricci (imprenditrice nel campo del commercio), Lino Galante (Presidente regionale Associazione Liberi Agricoltori), Vincenzo D’Incecco (consigliere comunale di Pescara), Luca De Renzis (imprenditore), Ottavio De Martinis (vice sindaco di Montesilvano).

“La Lega ha scelto di presentare con largo anticipo, rispetto agli altri partiti e forze politiche, la lista e questo vuole essere di monito per accelerare il lavoro in vista del 10 febbraio, che è ormai alle porte. Siamo – ha detto Giuliante – di fronte ad un empasse che la Lega sta cercando di superare circa la scelta del candidato presidente, ma per quello che riguarda noi, era giusto ed opportuno che la Lega entrasse in campo con nomi e programmi. Presentiamo una squadra che è la più forte che pensiamo e rappresenta un mix di novità ed esperienza. Una squadra pronta a dare battaglia e spendersi per il territorio”.

Sulla scelta di un candidato presidente unico per il centrodestra, il commissario Provinciale della Lega di Pescara ha aggiunto: “Intanto bisogna dire secondo me che alcuni partiti stanno sbagliando l’impostazione. Il perimetro di quelle che sono le possibili candidature del centrodestra nell’ambito della coalizione in senso stretto è già stato definito con accordi romani con l’indicazione del nome affidata a Fratelli d’Italia”.

“Per quello che riguarda”, conclude Giuliante, “il perimetro di candidati possibili che possono e debbono
essere oggetto di discussione sul territorio, mi sembra che bisogna prendere atto, un comparto quello civico,
che è entrato in campo e con programmi e prese di posizione che non possono essere trascurati. In questo
momento l’unità del centrodestra è un obiettivo essenziale perché senza unità si rischia di non cogliere una
vittoria annunciata, ma ritengo che questo debba comportare da parte di tutti umiltà, senza veti preventivi”.

Potrebbe piacerti anche