The news is by your side.

A Pescara tutto pronto per l’inaugurazione de Il Giardino dei Giusti al Parco di Villa Sabucchi. Previsto incontro con Nissim

Pescara. La seconda edizione del festival letterario Conversazioni a Pescara, inizia così com’era finita la prima edizione, con Gabriele Nissim e parte con una grande e bella novità: l’istituzione del primo Giardino dei Giusti a Pescara, nel parco di Villa Sabucchi.

Era maggio 2018 e si era al Salone Internazionale del Libro di Torino quando Nissim esortò i ragazzi delle scuole di Pescara protagonisti del progetto Conversazioni a “diventare pescatori di perle”, un invito a far emergere e vincere le storie di chi ha fatto del bene. Parole che furono anche un impegno personale per venire a Pescara e incontrare altri studenti. Un impegno che Gabriele Nissim onorerà mercoledì 5 dicembre alle 9:00 presso la sala consiliare del Comune di Pescara, con la presentazione del suo libro Il Bene possibile.

È il primo degli incontri della seconda edizione di Conversazioni a Pescara. Società, scienza, letteratura che prende il via proprio il 5 di dicembre. Un festival letterario, ideato e a cura di Oscar Buonamano, progetto di alternanza scuola/lavoro che vede quest’anno quattro istituti superiori di Pescara protagonisti della manifestazione. Liceo scientifico Galileo Galilei, Istituto di Istruzione Superiore Alessandro Volta, Liceo Artistico Musicale-Coreuretico Misticoni-Bellisario, Istituto Tecnico Statale Aterno-Manthonè, con il patrocinio del Comune di Pescara. Nissim è anche il fondatore e presidente della Fondazione Diritti umani per i Giusti, Gariwo, Gardens of the Righteous Worldwide.

“La Fondazione è una ONLUS con sede a Milano e collaborazioni internazionali. Dal 1999 lavora per far conoscere i Giusti e per questa ragione crea Giardini dei Giusti in tutto il mondo e usa i mezzi di comunicazione, i social network e le iniziative pubbliche per diffondere il messaggio della responsabilità. Dal Parlamento europeo ha ottenuto la Giornata dei Giusti, che ogni anno si celebra il 6 marzo. L’attività è sostenuta da istituzioni, scuole, volontari, da un Comitato scientifico internazionale e dagli “Ambasciatori”. I Giardini sono come libri aperti che raccontano le storie dei Giusti. Sono spazi pubblici, luoghi di memoria ma anche di incontro e di dialogo, in cui organizzare iniziative rivolte a studenti e cittadini per mantenere vivi gli esempi dei Giusti non solo in occasione della dedica dei nuovi alberi, ma durante tutto l’anno”

Grazie al rapporto proficuo che si è creato con la prima edizione del festival le scuole della rete di scopo Conversazioni a Pescara, d’intesa con il Comune di Pescara e la Fondazione Gariwo hanno deciso d’istituire a Pescara il primo Giardino dei Giusti, che sarà collocato all’interno del Parco Villa Sabucchi e sarà inaugurato domani, mercoledi 5 dicembre alle ore 11:30 alla presenza del sindaco della città di Pescara, Marco Alessandrini, del presidente del Consiglio comunale di Pescara, Francesco Pagnanelli, dell’ideatore e curatore del festival Conversazioni a Pescara, Oscar Buonamano, di Gabriele Nissim, dei dirigenti scolastici dei quattro istituti superiori protagonisti del progetto di alternanza scuola/lavoro, Carlo Cappello, Maria Pia Lentinio, Raffaella Cocco e Antonella Sanvitale.

La targa posta all’ingresso dei Giardini dei Giusti recita: “C’è un albero per ogni uomo che ha scelto il Bene”. Sarà così anche per il Giardino dei Giusti di Pescara e il primo albero che pianteremo mercoledi in occasione dell’inaugurazione, sarà dedicato a Simone Veil e Gianni Cordova. Simone Veil (Nizza 13 luglio 1927, Parigi 30 giugno 2017), ebrea francese sopravvissuta alla Shoah, indomita paladina dei diritti umani, della dignità delle donne e del ruolo dell’Europa per la pace. Prima presidente del Parlamento europeo.

Gianni Cordova (Pescara 20 settembre 1945, Pescara 26 gennaio 2017), sociologo, fondatore della Laad, Lega Abruzzese antidroga. Con la sua azione ha dato a molte persone la possibilità di ricominciare una nuova vita. Il suo impegno nel sociale ha avuto un riconoscimento unanime e internazionale. La cittadinanza è invitata ad intervenire alla cerimonia inaugurale.

Potrebbe piacerti anche