The news is by your side.

Al via la prima edizione del premio Genti d’Abruzzo, ecco i nomi di tutte le personalità artistiche premiate

Pescara. Con la giornata che vede protagonista il museo simbolo degli abruzzesi, sono arrivati riconoscimenti a dieci personalità del mondo dell’arte e dello spettacolo

Un giorno intero dedicato a conoscere il museo delle Genti d’Abruzzo, custode delle testimonianze storiche e culturali della regione. Tutto questo è Open Museum, in programma domani da mattina a sera, fra mostre, laboratori, concerti, reading, incontri, spettacoli, mercatini e degustazioni. L’evento è promosso da Mente Locale in collaborazione con il museo delle Genti d’Abruzzo e con il supporto dell’assessorato alla Cultura del Comune.

A partire dalle 21, nell’auditorum Petruzzi, il momento della prima edizione del premio Genti d’Abruzzo, con la consegna di un oggetto realizzato da Marco Mazzei, in dieci esemplari, tanti quanti sono i rappresentanti di dieci campi della cultura che ricevono il riconoscimento. Il premio va a persone nate in Abruzzo, o che con la regione hanno un rapporto artistico. Persone che con la loro attività testimoniano in Italia e non solo la vivacità culturale, appunto, dell’Abruzzo, espressa in svariate forme.

Dieci quindi le categorie del premio Genti d’Abruzzo 2018, dieci i premiati: per la letteratura Donatella Di Pietrantonio, per la televisione Alice Lizza, per la musica Filippo Graziani, per il web Fabio Celenza, fotografia Stefano Schirato, fumetto Roberto Battestini, per il teatro Giulia Basel, arti visive Millo, archeologia Luigi Capasso e infine come premio di antropologia culturale Giuseppe Profeta.

La serata è presentata da Paola De Simone, giornalista e conduttrice radiofonica e prevede un piccolo live di Filippo Graziani, oltre a un momento di doppiaggio dal vivo di personaggi celebri nello stile di Fabio Celenza, che si è imposto sul web con le sue parodie strappa risate.

Primo appuntamento con il progetto Vivi il Museo, durato circa dieci mesi con il coinvolgimento della casa circondariale di Pescara e si prosegue con la riapertura con nuovo allestimento della sala Di Prinzio, alle 11.30. In sala Favetta c’è il mercatino di Natale delle eccellenze abruzzesi, dalle 16 alle 19, con l’apertura affidata al coro Melodie d’Abruzzo. Dalle 17 alle 19 un susseguirsi di attività dedicate a bambini e famiglie, fino all’esibizione di tre band in via delle Caserme.

Una serie di postazioni allestite all’interno del museo coinvolgono i visitatori in attività didattiche, con la guida dei professionisti che collaborano costantemente con il museo. In contemporanea Umberto Palazzo, musicista e dj, è nella sala della Grotta pronto a raccogliere live – con l’allestimento di un sala di registrazione – contributi sonori di canti abruzzesi e di suoni con strumenti della tradizione.

Alle 18.30 incontro dedicato al tema dell’accoglienza e dei migranti, con Nello Scavo, giornalista di Avvenire, l’attore e scrittore Giulio Cavalli e Annalisa Camilli di Internazionale. Lo stesso Giulio Cavalli è protagonista del reading serale alle 23 al Petruzzi: ispirato dalle inchieste del giornalista Nello Scavo, ha deciso di affidarsi al palcoscenico per denunciare quello che succede in quel mare, il Mediterraneo, che è sempre più un «cimitero liquido».

I momenti serali prevedono altri due reading, al Bagno Borbonico dalle 21 in poi. Apre il giornalista Alessandro Ricci con “Sponda su sponda-La città, il fiume e viceversa” lettura dedicata alla storia di Pescara e del suo fiume, con le selezioni del dj Alessandro Marini. Segue lo scrittore Alessio Romano con Cristian Carano, per dare voce a scrittori illustri legati all’Abruzzo, con il reading “Gente molto per bene”. A conclusione in sala Favetta il museum-party con il live di Sam Paglia e il dj set di Alessandro Marini.

Potrebbe piacerti anche