The news is by your side.

Presentazione a Pescara dello spettacolo teatrale”L’uomo Nero” in scena il 4 febbraio al Circus

Pescara. Esordirà al Circus lunedì 4 febbraio alle ore 21:00 lo spettacolo l’Uomo Numero, scritto da Franca Berardi, insegnante nella scuola media Pascoli di Pescara, messo in scena dalla regista Federica Vicino. L’evento patrocinato dal Comune di Pescara gode del Patrocinio della Comunità Ebraica di Roma che ne ha riconosciuto la validità educativa, nonché del Premio culturale Agape Caffè letterari d’ Italia e d’Europa. Il ricavato dello spettacolo sarà devoluto in beneficenza al reparto di chirurgia pediatrica, tramite l’Associazione Amico.

Questa mattina si è tenuta la conferenza con l’assessore alla cultura Giovanni Di Iacovo, l’autrice Franca Berardi, la regista Federica Vicino della compagnia teatrale Officine Solidali Teatro Arte, nonché un’ampia rappresentanza di attori, collaboratori e sostenitori dello spettacolo. “Presentiamo l’evento a conclusione di un periodo intero dedicato alla memoria – dice l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo- quest’anno la celebrazione è stata suddivisa  in più giorni, perché non vogliamo che sia retorico o celebrativo parlare di Shoah, ma che sia una commemorazione continua, chiara, emozionante, capace di informare e trasmettere alle nuove generazioni i fatti e un messaggio che è di schiacciante attualità. Per questo abbiamo fatto moti interventi, spettacoli, reading nelle e con le scuole e in vari luoghi culturali della città”.

Una delle storie della Shoah che diventa vettore di solidarietà perché il ricavato dello spettacolo sarà devoluto all’ associazione Amico che collabora con il reparto di Chirurgia pediatrica – così continua l’autrice Franca Berardi- Aveva senso farlo perché sono un’insegnante e la storia deve parlare ai giovani. E’ un fatto accaduto che non si trova sui libri di testo: l’ho scoperto grazie alla passione di mio figlio per la magia, la storia è quella di una persona che attraverso la magia decide di essere felice anche in un momento così drammatico della nostra storia. Questo speciale “mago” grazie ai suoi giochi riesce a salvare altri uomini, fra cui un ragazzino con il quale si instaura uno speciale rapporto. Una storia dedicata ai piccoli, ma anche agli adulti, perché al di là della cornice storica c’è l’ascesa dell’uomo e l’accettazione del suo destino”.

Potrebbe piacerti anche