The news is by your side.

Regionali, Legnini: la destra ha capito la forza del nostro progetto. Marsilio? A Roma si dice “è na sola”

Pescara. ”Oggi con l’arrivo simultaneo e in conferenza stampa dei tre leader della destra italiana per le Regionali in Abruzzo si anima una vera bolla propagandistica per distanza dal merito delle scelte dei cittadini abruzzesi. Sono preoccupati perché hanno capito la forza del nostro progetto”. È quanto dichiarato dall’ex vicepresidente del Csm e candidato del centro sinistra Giovanni Legnini in riferimento alla conferenza stampa che Salvini, Meloni e Berlusconi terranno oggi insieme a Pescara a conclusione della campagna elettorale.

“In Abruzzo si dovrebbe scegliere tra 4 candidati e invece ministri e leader sono venuti 30 volte, per un totale di 50 giorni lavorativi sottratti agli impegni di governo”, ha insistito Legnini, “questa è una operazione senza precedenti: litigano a Roma e proiettano sull’Abruzzo i loro problemi nazionali di governo. Da un anno il centrodestra non si vedeva insieme pubblicamente, ci hanno proposto un candidato, Marsilio, frutto di spartizioni e teleconferenze e oggi infine si vedono qui a Pescara perché la crisi politica del governo è sempre più evidente”, ha proseguito Legnini nel suo incontro con la stampa dentro il Comune di Pescara.

”Lega e M5S pongono qui in Abruzzo un campo di battaglia di un conflitto insanabile: Salvini sta a Roma con i 5S e in Abruzzo con Meloni e Berlusconi”, continua il candidato del centrosinistra, “è evidente che dopo le europee ci sarà una crisi di Governo e qui invece si comportano come se ci fosse una continua propaganda, come se fossero all’opposizione”.

”Perché avete scelto un candidato non abruzzese? Perché avete barattato interessi su un tavolo di scambio con altre pedine? Noi in Abruzzo diciamo che Marsilio è una fregatura, a Roma si direbbe ‘è na sola”’. Giovanni Legnini attacca così il candidato di centrodestra Marco Marsilio (FdI), nato e cresciuto a Roma, che oggi pomeriggio sarà a Pescara con i tre leader del centrodestra Salvini, Meloni e Berlusconi per la conferenza stampa di fine campagna elettorale. ‘

‘Prendo a prestito una affermazione cara a Berlusconi, affermando che la destra in Abruzzo per queste regionali ‘è pubblicità ingannevole’: è noto che Marsilio è un dipendente della destra romana”, insiste Legnini che poi parla anche della candidata M5S Sara Marcozzi, ”che dipende da chi a Roma confeziona i messaggi propagandistici M5S da 10 anni, e ora che sono al Governo ovunque collezionano fallimenti”.

Potrebbe piacerti anche