The news is by your side.

Poliziotti candidati alle elezioni, il Tar dice no a trasferimento: non può avere carattere sanzionatorio

Pescara. Il trasferimento in altra provincia di poliziotti candidati alle elezioni non può avere carattere sanzionatorio. Lo ha stabilito il Tar di Pescara con una sentenza dell’11 febbraio 2019. Lo rende noto il Sap (Sindacato autonomo di Polizia), che parla di “un precedente che avrebbe rischiato di compromettere l’esercizio dell’elettorato passivo sorretto da garanzia costituzionale”. “Il contenzioso amministrativo tra gli operatori della Polizia Stradale di Pescara verso il ministero dell’Interno”,  spiega il Sap, ” è nato a seguito dei provvedimenti di trasferimento di questi ultimi dalla provincia di Pescara a quella di Teramo per l’incompatibilità che si era venuta a creare a seguito del loro esercizio di elettorato passivo nelle scorse elezioni amministrative”.

“Poiché il trasferimento era stato disposto dall’amministrazione in altra provincia di residenza, violando” la normativa in questione, rileva il sindacato, “il messaggio percepito dagli operatori della Polizia di Stato è che in caso di candidatura alle elezioni, l’amministrazione avrebbe provveduto a un trasferimento disagevole”. Il Tar, conclude il segretario provinciale del Sap, Giampaolo Guerrieri, ha quindi applicato il principio secondo cui “il trasferimento non puòavere carattere sanzionatorio nésupplire a carenze organizzative, bensìa rimuovere solo le situazioni di incompatibilitàderivanti dalla candidatura dell’agente di polizia”.

Potrebbe piacerti anche