The news is by your side.

Commemorazioni del 75esimo anniversario dedicato ai partigiani caduti: scuola di Colle Pineta, ANPI e Comune nel nome del ricordo

Pescara. Un evento emozionante e, come al solito, gremito di presenze, la commemorazione dei 9 partigiani della formazione Palombaro (dal nome del paese della provincia di Chieti da cui alcuni di essi provenivano, mentre altri erano di Chieti) uccisi l’11 febbraio 1944, in seguito a una sentenza di un tribunale di guerra tedesco. 

Una cerimonia che unisce la scuola di Colle Pineta, l’ANPI, il Comune e le famiglie del quartiere dove vennero fucilati, perché attraverso le voci dei bambini, custodi della memoria e del valore della storia, ciò che accadde 75 anni fa diventa patrimonio della città e della società cittadina. Sul posto il sindaco Marco Alessandrini, il presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli, il vicesindaco Antonio Blasioli. La benedizione è stata impartita da don Marco Pagniello.

Un filo rosso importante che, oltre a celebrare il 75esimo, apre una strada più ampia alla memoria: in alcuni locali adiacenti al plesso del Comprensivo 7 nascerà un museo giardino della memoria. Un gruppo di bambini, che raccoglierà il testimone che le ultime classi della scuola si passano da sempre, ha chiesto al sindaco di intitolare il piazzale antistante l’edificio ai caduti di Colle Pineta.

Potrebbe piacerti anche