The news is by your side.

Frammenti di storia, l’Italia attraverso le immagini della Polizia: a Pescara una mostra tra fatti di cronaca locale e nazionale

Pescara. Approda a Pescara la mostra itinerante “Frammenti di storia, l’Italia attraverso le immagini della Polizia Scientifica”, un percorso tra episodi rilevanti di cronaca nazionale e locale immortalati chi è intervenuto “sul luogo del delitto”.

Sarà una mostra rivolta a tutta la cittadinanza, fortemente voluta a Pescara dal Questore Misiti, con il coinvolgimento degli studenti della città e della provincia, i quali, attraverso le immagini storiche della Polizia Scientifica, potranno anche trovarsi su una vera e propria scena del crimine ed immaginarsi degli Sherlock Holmes, tentando di trovare le prove per acciuffare l’assassino ed esclamando, ce lo auguriamo, “elementare Watson!”.

Attraverso 22 pannelli espositivi di documenti originali e materiale fotografico probatorio di importanti fatti di cronaca nazionale, saranno ripercorsi i fatti più tragici della storia italiana, da inizio del secolo, come l’omicidio di Matteotti, all’uccisione del Jihadista Anis Amri, terrorista di Berlino, ma anche fatti di cronaca locale, dalle “gesta” della Banda Battestini alla recente tragedia di Rigopiano del 18 gennaio 2017, dove la Polizia Scientifica ha contribuito alle attività di soccorso con nuove sofisticate tecnologie contribuendo ad indirizzare gli scavi dei soccorritori.

La mostra itinerante è stata inaugurata, per la prima volta, lo scorso anno a Roma ed ha già toccato diverse province d’Italia riscuotendo grande successo di pubblico. Si tratta del primo evento di questo tipo, dedicato finalmente ai valori e alla storia ultracentenaria della Polizia Scientifica; una memoria che deve diventare un ulteriore stimolo per assolvere alla missione assegnata alla Polizia Scientifica che è quella di raggiungere profili sempre più elevati ed essere un imprescindibile punto di riferimento per il paese.

All’inaugurazione della mostra, che si terrà questa mattina alle 10.30, saranno presenti i vertici della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, Autorità locali e il personale del Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica di Ancona che contribuirà ad illustrare il materiale esposto per l’intera durata della mostra. L’appuntamento è alla Sala “Maison des Arts” della Fondazione Pescarabruzzo, c.so Umberto I, 83, Pescara.

Sarà possibile visitare la mostra gratuitamente, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 a partire dalle ore 15 di oggi e fino al giorno 10.

 

Potrebbe piacerti anche