The news is by your side.

Abruzzo sotto la neve: situazione critica su Aquilano e Teramano. Chiuso l'aeroporto, disagi in autostrada

L’Aquila. Tutto l’Abruzzo si è risvegliato questa mattina sotto la neve e con temperature vicine, o inferiori allo zero. La situazione peggiore nell’Aquilano e nel Teramo dove si sono accumulati a terra quasi 30 centimetri. Chiuse le scuole e le università nei quattro capoluoghi di regione e in molti altri comuni. In azione mezzi spazzaneve e spargisale anche in previsione di un ulteriore ribasso delle temperature per la prossima notte. Le insidie maggiori infatti potrebbero arrivare soprattutto dal ghiaccio.
L’Aquila. Criticità alla viabilità sta causando in tutta la Marsica l’abbondante nevicata della notte scorsa che ha raggiunto oltre 30 centimetri di neve. I mezzi spazzaneve sono in azione dalle prime luci del giorno ad Avezzano e negli altri centri del comprensorio. I disagi alla viabilità sono stati mitigati dalla chiusura della maggior parte delle scuole di ogni ordine e grado predisposte con ordinanze dai sindaci della Marsica nella previsione del fenomeno. Il servizio di raccolta rifiuti è stato effettuato regolarmente ad Avezzano. I Vigili del Fuoco sono in azione dalla notte scorsa per effettuare interventi di routine. Sul tratto autostradale la situazione è migliore; dal casello autostradale di Avezzano, infatti , comunicano che la percorribilità è buona e al momento non si registrano incidenti. Si segnalano disagi elettrici in alcuni comuni marsicani.
Teramo. Un manto nevoso che in alcuni punti raggiunge anche i 25 centimetri di altezza, ha ricoperto l’intera provincia di Teramo. La neve è scesa dalle prime ore di stamani a tratti anche abbondante; una tregua momentanea si è avuta con l’innalzarsi delle temperature, attorno alle 9. Il termometro, con l’arrivo dell’annunciato Buran, è sceso repentinamente: alle 8 di stamani a Teramo città segnava -3; tra 1 e -1 sulla costa teramana. L’immagine di quest’ultima è suggestiva, con l’arenile completamente imbiancato e le palme piegate sotto la coltre bianca a rendere inusuale il panorama. La circolazione stradale ha subito rallentamenti dappertutto, anche se i piani neve di Provincia e Comuni piano piano riescono a fare fronte alle emergenze. Spalatori, a Teramo per cercare di attenuare le difficoltà create soprattutto dal ghiaccio, la cui formazione è pressoché immediata, favorita dalle bassissime temperature. Le scuole chiuse in tutti i centri della provincia, hanno reso meno problematica la gestione del traffico e non è escluso che in quei comuni dove le ordinanze riguardavano soltanto la giornata di oggi, come Teramo, possano decidere di estendere la sospensione delle lezioni anche a domani.
Pescara. Nevica anche su Pescara e sulla costa abruzzese dal confine con le Marche e fino a Vasto. Qualche problema al traffico soprattutto nelle zone collinari, nonostante la scarsa presenza di mezzi in strada.
Autostrada. Neve anche intensa sui tratti abruzzesi dell’autostrada A14 e sulle autostrade A24 e A25 dove sono in azione i mezzi spazzaneve e spargisale già dal pomeriggio di ieri. Regolazione del traffico in entrata per i mezzi pesanti in tutto il tratto abruzzese della A14. Le autorità raccomandano di mettersi in viaggio solo se strettamente necessario.
Aeroporto. L’aeroporto d’Abruzzo e’ stato chiuso a causa del maltempo che si e’ abbattuto sulla regione. L’aeroporto, in base all’evolversi delle condizioni meteo, potrebbe riaprire dopo le 15. I voli programmati non sono partiti. Stesso discorso per quanto riguarda i voli in arrivo, ad eccezione del volo Otopeni-Ciampino della Wizzair, dirottato su Pescara dopo la chiusura dell’aeroporto di Ciampino. E’ stato attivato il sistema di ‘riprotezione’ dei passeggeri. Il personale della Saga, societa’ di gestione dello scalo abruzzese, si e’ occupato di assistere i viaggiatori.
IN AGGIORNAMENTO…

Potrebbe piacerti anche