The news is by your side.

Addio a Ennio Balducci: il giornalista pescarese si spegne a 58 anni

Pescara. Lutto nel mondo del giornalismo abruzzese: si è appena spento, a 58 anni, dopo una lunga malattia, il giornalista pescarese Ennio Balducci. Era un operatore Rai con oltre 30 anni di carriera alle spalle, particolarmente apprezzato sia in ambito professionale che nella vita. I suoi funerali saranno celebrati a Pescara, domenica 16 agosto, alle 11.30, nella chiesa del Cuore Immacolato di Maria (in via Vespucci).

All’ondata di cordoglio si uniscono anche il sindaco di Pescara, Carlo Masci, e il presidente del consiglio comunale, Marcello Antonelli: “La scomparsa prematura di Ennio Balducci” scrivono “ci addolora profondamente, molto al di là del ruolo istituzionale. Una crudele malattia lo ha strappato prematuramente alla vita, nonostante lui l’abbia affrontata a viso aperto, con la stessa tenacia, lo stesso ottimismo e lo stesso puntiglio che metteva nel lavoro di telecineoperatore”.

“Ennio” continuano Masci e Antonelli “era una presenza costante della cronaca cittadina e abruzzese, sempre pronto ad accorrere dove con la sua telecamera doveva testimoniare un fatto, registrare un’impressione, descrivere una situazione. Lo avevamo conosciuto sin da quando muoveva i primi passi nell’emittenza privata e poi era divenuto una presenza costante per la Rai, con la sua riconosciuta professionalità e il suo apprezzato carattere solare. Amava il suo lavoro come pochi, ma amava ancor di più la sua famiglia alla quale era legatissimo. Alla moglie e ai figli vanno le nostre personali e sincere condoglianze, e quelle dell’intero consiglio comunale. Ci stringiamo a loro, ai colleghi giornalisti di Ennio e ai tanti che gli hanno voluto bene, gli hanno dato forza negli ultimi difficili tempi e continueranno a portarlo nel cuore” concludono.

Ennio era anche appassionato di sport, e ha seguito con la sua telecamera molti momenti importanti per il Pescara Calcio: anche la squadra si stringe attorno alla famiglia. “La Delfino Pescara 1936 si stringe al dolore della famiglia Balducci per la prematura scomparsa di Ennio, tecnico e giornalista Rai particolarmente apprezzato da tutto il mondo dell’informazione con alle spalle oltre 30 anni di lavoro. Particolarmente sentito è il saluto dell’area comunicazione della Pescara Calcio, che con Ennio e la sua telecamera ha condiviso molti momenti legati alla storia del Delfino e che difficilmente dimenticheremo per la professionalità e l’amicizia mostrata. Ciao Ennio”.

Anche il Sindacato Giornalisti Abruzzesi “partecipa al dolore della famiglia per la scomparsa, a soli 58 anni, di Ennio Balducci, telecineoperatore di grande esperienza. Ennio ha raccontato, attraverso l’obiettivo della sua telecamera, oltre 20 anni di attualità abruzzese, come freelance e collaboratore tra i più apprezzati della sede regionale della Rai. Un impegno testimoniato dai tanti messaggi di cordoglio giunti da enti, istituzioni, mondo dello sport, unanimi nel riconoscere la professionalità, la sensibilità e il tratto umano di Balducci, anche nei mesi difficili della malattia. Tra le sue esperienze, ricordiamo la partecipazione come direttore della fotografia al film Humanism! A new comedy, di Glauco Della Sciucca. I giornalisti abruzzesi perdono un collega esemplare”.

Cordoglio anche da parte del Forum H2O Abruzzo, che scrive: “Abbiamo appreso con grande dolore della scomparsa di Ennio Balducci, che per la Tgr Abruzzo in questi anni ha raccontato con le sue immagini la vita della regione, di donne e uomini, dai momenti più tragici a quelli felici.
Tante volte il resto d’Italia ci ha guardato attraverso i suoi occhi. Da Ombrina ai depuratori, dalle autostrade ai fiumi, in ogni momento del suo lavoro riusciva ad aggiungere alla professionalità il calore e la sensibilità. In tante occasioni, seppur nella sua riservatezza, abbiamo percepito il suo coinvolgimento. Ai suoi cari e alla redazione della Tgr va il nostro cordoglio”.

Potrebbe piacerti anche