The news is by your side.

Aeroporto d’Abruzzo, lavori nuova pista entro il 2023. Febbo: vogliamo essere secondo scalo di Roma

Il masterplan nel suo complesso prevede 16 milioni di investimenti

Pescara. A margine della presentazione del nuovo sito internet dell’Aeroporto d’Abruzzo, l’assessore regionale al Turismo Mauro Febbo ha annunciato l’arrivo di sedici milioni di euro, per l’allungamento della pista dello scalo aeroportuale. “Siamo felici perché dopo anni abbinato avuto l’ok per poter avviare ed effettuare questi lavori che per noi sono di vitale importanza”, ha sottolineato Febbo, “rispetto ad una strategia che prevede, secondo la Regione, grossi investimenti sul settore Turismo, e in questo caso l’aeroporto è un asset fondamentale per poter far questo. Nell’aeroporto dovremo intervenire per migliorare i servizi che dobbiamo fornire ai passeggeri perché l’obiettivo è fare di questo scalo il secondo aeroporto di Roma che ci permetterebbe di fare un grosso salto di qualità, tenendo presente che il traguardo che vogliamo raggiungere è quello del milione di passeggeri e credo che, con queste attività e questi progetti che stiamo mettendo in piedi con la Saga sia raggiungibile”.

“Abbiamo stabilito per quanto concerne l’allungamento della pista un cronoprogramma che non prevede la chiusura dell’aeroporto ma lavori a step”, ha precisato l’assessore al Turismo, “e su questo e sull’effettuazione entro i tempi dei lavori, noi saremo vigili”. Sull’avvio dei lavori e sui tempi ha parlato il direttore dell’Aeroporto d’Abruzzo Luca Ciarlini. “Il masterplan nel suo complesso prevede 16 milioni di investimenti che prevedono oltre alla pista una serie di altri cantieri”, ha detto Ciarlini, “e per ottimizzare i time di esecuzione, abbiamo deciso di suddividere i lavori in lotti diversi perché andranno con velocità diverse. È previsto che tutti i cantieri si completino tra la seconda metà del 2021 e la prima metà del 2023 e riguarda la pista in particolare e il suo allungamento per il quale abbiamo già fatto il progetto esecutivo e riteniamo che entro la prima metà del 2022 dovremmo riuscire ad averla in attività e questo perché riusciremo a partire prima con la cantierizzazione perché abbiamo avuto le autorizzazioni dell’Enac e siamo quindi a questo punto pronti per far partire il bando. Faremo i lavori”, ha concluso, “al momento con l’aeroporto sempre aperto”.

Potrebbe piacerti anche