The news is by your side.

Agenti di Polizia aggrediti in centro a Pescara, Fuori Coro scrive al sindaco Masci

Pescara. Aggrediti agenti in centro a Pescara, Fuori Coro scrive all’amministrazione pescarese.

“Fuori Coro è una compagine di ufficiali ed agenti della Polizia locale appartenenti a vari Comuni d’Italia. Non siamo un gruppo politicizzato né facciamo attività sindacale, siamo solo uniti dalla passione per il nostro lavoro per il quale promuoviamo iniziative ed attività volte al riconoscimento della nostra categoria spesso sottostimata e poco apprezzata. Abbiamo appreso da alcuni quotidiani on line che agenti del comando di Polizia locale del Comune che rappresentate, sono stati aggrediti da una coppia di giovani che a passeggio per le strade del centro cittadino, non solo non facevano uso della prescritta mascherina a protezione Covid, ma hanno anche reagito altercando ed aggredendo i
colleghi pescaresi che li avevano invitati ad ottemperare alle prescrizioni ministeriali in materia di sanità e salute. Un crescendo di inciviltà ed arroganza che ha trovato il proprio epilogo in una serie di provvedimenti giudiziari, visto che il giovanotto dovrà rispondere di lesioni, violenza, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, mentre la ragazza è stata denunciata a piede libero. Complimenti vivissimi dunque per questi prodi cittadini senza alcuna educazione civica e dal discutibile senso etico e morale che con il loro inverecondo modo di fare ci danno ancora una volta occasione di prendere atto di come la Polizia locale e chi la rappresenta, sia stata presa a bersaglio da individui ostinati e caparbi a qualsiasi rispetto, ordine e norma civica”.

“La lista delle aggressioni è lunghissima ed anche la bellissima città di Pescara non è stata esentata da questi atti di violenza ingiustificata e feroce. Rimane la consapevolezza di lavorare per il bene della comunità, per la solidarietà che ci contraddistingue e per il buon ordine sociale, uno dei fondamentali pilastri sui quali si basa una società evoluta come la nostra che certamente non riconosce, e come potrebbe farlo, chi si arroga il diritto di trasgredire a qualsiasi codice sia esso della strada, annonario, giuridico od etico comportamentale e pretendere poi di accampare ragioni con le percosse o con le minacce nei confronti dei colleghi rei di compiere il loro dovere. Per questi motivi, il Fuori Coro, vuole manifestare a voi ed ai nostri fratelli della Polizia locale vittime della protervia e dello scontro con questi diciamo, incivili cittadini senza regole e senza rispetto, piena solidarietà ed emotiva compartecipazione; purtroppo la maleducazione, l’arroganza e la mancanza di rispetto non sono mai tollerabili e sono piante sempreverdi che non conoscono avvizzimento. Piena e totale solidarietà dunque a questi agenti che sappiamo far parte di un Comando sempre molto professionale ed operativo; per gli autori dei sullodati gesti invece, il nostro biasimo, il nostro disprezzo e l’augurio che le aule di tribunale, rendano Giustizia ai colleghi, vittime dell’inciviltà e del degrado morale rivelatosi in queste cronache pescaresi”.

Potrebbe piacerti anche