The news is by your side.

“Alza la voce” apre la rassegna teatrale del PeFest: spettacolo tutto al femminile con le sorelle Michelini

Pescara. La rassegna teatrale del PeFest alza il sipario mercoledì 14 luglio con Alza la voce, un testo di Paola Michelini e Paolo Civati con la regia dello stesso Civati, prodotto dal TSA Teatro Stabile d’Abruzzo e Stefano Francioni Produzioni. Primo spettacolo in programma della stagione teatrale dell’Ente Manifestazioni Pescaresi, organizzatore della rassegna, andrà in scena sul palco del Teatro d’annunzio di Pescara alle ore 21.15.

Alza la voce ha come protagoniste le sorelle Giulia Michelini e Paola Michelini e, prendendo spunto da un fatto realmente accaduto in Cina riguardo un’Orsa di nome Pizza, chiusa da anni all’interno di una teca come attrazione in un centro commerciale, utilizza la metafora per riflettere sugli stereotipi legati oggi al mondo femminile, attraverso i personaggi di due donne: Stella e Pizza.

Pizza e Stella sono due donne nonché due facce della stessa medaglia. Molto diverse, ma in realtà anche altrettanto simili. Stella fa le pulizie all’interno del centro commerciale in cui Pizza è rinchiusa, ed è determinata a liberarla, come se liberandola potesse spazzare via in un colpo solo tutte le ingiustizie che vede nel mondo e che lei stessa subisce; Pizza è disillusa, amara, leggera, troppo stanca per combattere, troppo feroce per essere davvero addomesticabile.

Servendosi anche del linguaggio proprio della Stand Up Comedy, Alza la voce racconta un confronto ironico e surreale, che procede per analogie, per sfumature emotive, visive, sonore; uno spettacolo dove il pubblico si diverte e se ne va con una riflessione importante. Alza la voce è un tentativo di parlare del femminile e della sua natura, che sfugge a qualsiasi definizione. D’altronde, anche definire l’Altro secondo le proprie categorie di giudizio, potrebbe di fatto, vincolarlo a uno stereotipo.

Le coreografie e i movimenti di scena sono di Lorenzo Balducci, le musiche originali di Valerio C. Faggioni, il video è creato da Daniele Salaris, la struttura di scena è di Fabio Giommarelli e le maschere e gli oggetti di scena sono di Elena Giampaoli.

Potrebbe piacerti anche