The news is by your side.

Annegato nel lago al rave di Ferragosto, in migliaia senza regole

Rave party di Ferragosto tra Lazio e Toscana che ha chiamato a raccolta migliaia di ragazzi, anche dall’estero. Un evento, non autorizzato e in epoca Covid, che va avanti da più di 48 ore e che si è rivelato fatale per uno dei partecipanti.

Un giovane di 25 anni, nato a Londra ma residente in Emilia Romagna, è stato trovato morto oggi nelle acque del lago di Mezzano, nell’alta Tuscia, a poche centinaia di metri dal terreno scelto per la festa no stop a cui stanno partecipando oltre cinquemila persone.

È stato visto ieri sera immergersi nel lago e non riemergere più. Così sono scattate le ricerche. Il lago è stato scandagliato dai soccorritori.

Sul posto sono intervenuti carabinieri, polizia e i vigili del fuoco. Anche un elicottero dall’alto ha sorvolato la zona. In tarda mattinata il suo corpo è stato avvistato e recuperato in acqua. Ancora da chiarire le cause della morte del ragazzo.

Non si esclude un malore e che il 25enne possa aver assunto alcolici prima di tuffarsi. Verrà disposta con ogni probabilità l’autopsia per chiarire le cause della morte.

Altri due partecipanti al rave sono stati invece soccorsi nelle ultime ore per malori legati all’abuso di alcol e sono stati portati in ospedale. Le loro condizioni non sarebbero gravi.

Il rave non autorizzato è iniziato la notte tra il 13 e 14 agosto nella zona tra Valentano e Latera e potrebbe durare ancora giorni.

Si sta svolgendo in un’area di confine tra il viterbese e la provincia di Grosseto. Le forze dell’ordine stanno controllando la zona a ridosso del terreno all’aperto e stanno monitorando la situazione.

L’evento di carattere internazionale è stato lanciato con un tam tam sui social e ha richiamato molti giovani anche dall’estero.

L’evento ha sollevato reazioni soprattutto alla luce delle norme anti-Covid in vigore. La leader di Fratelli
d’Italia, Giorgia Meloni, in un messaggio postato su Twitter scrive: “Droga, alcol, occupazioni di proprietà
private, devastazione di angoli naturali: è il risultato di un maxi rave party a Valentano (VT). Come possono
essere tollerati eventi dove regna illegalità e le misure di sicurezza non vengono rispettate? “. Meloni quindi
aggiunge: “Lamorgese intervenga immediatamente”.

Mentre il deputato di Fratelli d’Italia Mauro Rotelli annuncia: “Presenterò un’interrogazione urgente al Ministro dell’interno per chiedere come sia possibile un simile scempio. Migliaia di persone allo sbando più totale, invadono e occupano proprietà private, devastano angoli naturali unici, non rispettano alcuna prescrizione anti Covid. Anzi, se ne fanno beffa.

Uso e abuso di sostanze stupefacenti chiudono il quadro di un’apocalisse, quella che si sta perpetuando nelle campagne di Valentano”. E attacca: “Il ministro Lamorgese ha già dimostrato totale incapacità nel gestire altre emergenze, come quella migratoria. Tutto questo mentre in questi giorni organizzare una Messa all’aperto prevede un piano di sicurezza. Chi permette e subisce in Italia uno scempio simile deve dimettersi”.

Potrebbe piacerti anche