The news is by your side.

Arte, al via la tradizionale asta del Museo delle Genti d’Abruzzo. Più di 60 opere in vendita

Pescara. Anche quest’anno, dopo il successo delle precedenti nove edizioni, grazie alla generosa donazione di 61 opere di grande valore comprese nella mostra “Percorsi d’Arte”, il Museo delle Genti d’Abruzzo potrà realizzare, domenica 1 dicembre alle 17 nella sala “Giovanni Favetta” del museo, la tradizionale asta, utile a finanziare le attività istituzionali della Fondazione Genti d’Abruzzo Onlus.  L’evento è stato presentato questa mattina nella sala consiliare del comune di Pescara.

“Anche per questo 2019 siamo riusciti ad organizzare questo evento di grande rilevanza che permetterà di poter raccogliere dei fondi, affinché il Museo delle Genti, con la sua Fondazione, possa
continuare ad operare per fare cultura nella nostra città come ha fatto molto bene fino ad oggi” ha detto l’assessore alla cultura, Mariarita Paoni Saccone. “Ringrazio gli artisti che hanno mostrato ancora una volta una grande generosità”.

La curatrice della mostra, Letizia Lizza, ha sottolineato che “le opere sono già esposte dal 17 novembre, e così chiunque ha potuto vederle. Ci sono vari artisti italiani e stranieri che hanno voluto donare una loro opera e che oggi vogliamo ringraziare. La manifestazione è importante perché il ricavato verrà utilizzato per finanziare le attività proprio della Fondazione Genti d’Abruzzo, ovvero le mostre, le biblioteche, i corsi, e le numerose attività che portiamo avanti in città. I fondi che riusciremo a raccogliere rappresentano sicuramente un aiuto prezioso per continuare a garantire le varie attività”.

La curatrice dell’asta, Alessandra Moscianese, ha poi aggiunto che “le stime delle opere riflettono i reali valori di mercato delle opere che vanno da un minimo di 100 euro ad un massimo di cinquemila. Le basi d’asta partiranno partiranno dal 50% del valore di stima. Ci sarà la totale assenza di commissioni e costi aggiuntivi per cui il prezzo di aggiudicazione corrisponde alla cifra da pagare”. Lo scorso anno erano stati raccolti 35mila euro.

Questi gli artisti che hanno aderito all’iniziativa donando le loro opere, presenti anche nel catalogo della mostra: Ubaldo Bartolini, Alberto Biasi, Andrea Boldrini, Rosette Bonello, Fabrizio Campanella, Tonino Caputo, Tommaso Cascella, Bruno Ceccobelli, Arturo e Celso Ceccobelli, Giuseppe Cipollone, Piero Cipollone, Gioia Cleonice, Bruno Colalongo, Ilenia Colazzilli, Laura Conti, Carlo Marcello Conti, Sebastian Contreras, Giancarlo Costanzo, Marcella D’Amico, Fabio De Poli, Paolo Dell’Elce, Claudio Dell’Osa, Giuliano Della Casa, Alfredo Di Bacco, Luciano Di Gregorio, Gino Di Paolo, Peppe Esposito, Antonio Frailes, Maurizio Gabbana, Omar Galliani, Guido Giancaterino, Piero Gilardi, Elisabetta Gut, Arrigo Lora Totino, Luigi Mainolfi, Pierpaolo Mancinelli, Enrico Manera, Roberto Micolucci, Giordano Montorsi, Sandra Moss, Franco Mulas, Magdalo Mussio, Giuseppe Muzii, Michele Palazzi, Claudio Penna, Ottavio Perpetua, Mario Persico, Lamberto Pignotti, Mauro Pispoli, Pino Procopio, Gualtiero Redivo, Massimo Ruiu, Alfredo Saino, Lorenzo Speziale, Danilo Susi, Vittorio Tapparini, Tiziana Torcoletti, Stefano Turrini, Wainer Vaccari, Canziana Virtù.

Potrebbe piacerti anche