The news is by your side.

Bar aperto e clienti al bancone nonostante il Dpcm, titolare sanzionato

Spoltore. Questa mattina la polizia di Stato ha intensificato l’attività di controllo nel territorio del Comune di Spoltore.  Il servizio è stato voluto dal questore Liguori, atteso che l’approssimarsi delle festività natalizie e di fine anno, connotate da una maggiore movimentazione di persone e denaro, potrebbero favorire assembramenti nelle principali vie dei centri urbani limitrofi a Pescara dove si trovano la maggior parte degli esercizi commerciali  al dettaglio, senza tralasciare la possibile presenza, nei luoghi pubblici ed aperti al pubblico, di giovani soliti a momenti conviviali in occasioni di tali ricorrenze.

Oltre alla verifica del rispetto delle misure dirette a contrastare la diffusione del Covid-19, contenute nel Dpcm del 3 dicembre 2020, il servizio, effettuato da operatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo e della Squadra Amministrativa della Questura, è stato altresì finalizzato a dare maggiore impulso all’attività di contrasto alla criminalità diffusa, con particolare riguardo ai reati di tipo predatorio come furti, rapine e scippi. 

Le pattuglie impiegate hanno perlustrato Spoltore, la frazione di Villa Raspa e quella di Santa Teresa, con particolare riguardo alle vie di accesso ai centri commerciali Arca e Mall. Complessivamente, sono state identificate 94 persone e sottoposti a controllo 138 veicoli: sono state controllate 6 persone agli arresti domiciliari e 8 esercizi pubblici. Tra questi, un bar di Santa Teresa di Spoltore è stato sanzionato perché sorpreso a somministrare bevande al bancone, sebbene l’art. 2 comma 4 dell’ultimo Dpcm lo vieti. 

Potrebbe piacerti anche