The news is by your side.

Blasioli e Paolucci su esclusione Flaiano e Fla da finanziamenti diretti: siamo garanti per entrambe le iniziative più conosciute fuori dall’Abruzzo

Pescara. “Dopo il faraonico festival dannunziano e le sue appendici che resteranno in città fino a settembre a spese dei pescaresi, suona davvero malissimo l’esclusione dei premi Flaiano e Fla dai finanziamenti diretti da parte della Regione Abruzzo” così il consigliere regionale Antonio Blasioli e il capogruppo Silvio Paolucci “a fronte delle polemiche dell’associazione arrivano le rassicurazioni da parte del centrodestra, ma conoscendo i metodi usati finora nella ripartizione delle risorse pubbliche, a noi la semplice parola non basta e saremo non solo vigili perché le promesse vengano mantenute sia in termini quantitativi che temporali, in modo cioè da permettere una programmazione adeguata di entrambi gli eventi, ma presenteremo un’interrogazione urgente al presidente e alla giunta, per assicurare le rispettive coperture, che in bilancio sono state sacrificate dalla logica delle mance tornata ad imperare da dieci mesi a questa parte”.

“Una mancanza gravissima, tant’è che in sede di discussione di bilancio avevamo proposto emendamenti ad hoc in grado di restituire alla cultura da zero ben 3.850.000 euro a sostegno del lavoro e delle iniziative di associazioni, fondazioni e biblioteche abruzzesi, per le loro attività, per gli eventi e manifestazioni di qualità” così il capogruppo PD Silvio Paolucci “una posta che comprendeva risorse per il Flaiano e il Fla, due manifestazioni leader per l’Abruzzo, la prima identitaria, storica, peraltro vicina al compimento dei cinquant’anni, l’altra capace in poco più di un decennio, di farsi strada fra gli eventi letterari nazionali, tutte e due lasciate a terra, dimenticate, non considerate. La maggioranza ha bocciato la nostra proposta, rinviando al mittente l’emendamento e finanziando iniziative minori, spesso anche sbagliando il destinatario”.

“Questo modo di fare cultura è vergognoso, non si può considerare il Flaiano residuale o il Fla un evento a recupero” aggiunge il consigliere regionale Antonio Blasioli “specie se poi si finanziano presepi viventi di località vicine ad assessori o consiglieri in veste di sponsor. Parliamo di due manifestazioni che hanno un’attrattività consolidata e una qualità al di sopra di ogni sospetto. Per questo saremo severi vigili sulle adempienze, affinché le cifre siano dignitose, considerate le elargizioni fatte per l’ormai celebre il festival dei cartoons da un milione di euro e le varie fiere del cioccolato che hanno avuto maggiore considerazione.

Va inoltre considerato che nemmeno il bilancio del Comune di Pescara aveva previsto poste per il Flaiano (i fondi previsti erano solo per il service) e per il Fla, se oggi ci sono i fondi lo si deve al lavoro dei consiglieri comunali di centrosinistra che hanno presentato un emendamento che riconosce ai due eventi le risorse necessarie da parte comunale per un ammontare complessivo di 88.000 euro”.

Potrebbe piacerti anche