The news is by your side.

Bolognano, a settembre attivazione della “Pescara Summer School”

Bolognano. Dal 1 all’11 settembre prossimo, a Bolognano, è prevista l’attivazione della Pescara Summer School, un corso di alta formazione a cui parteciperanno circa 40 laureandi del Dipartimento di Architettura dell’Università Gabriele d’Annunzio. Dove “verranno svolti lavori e studi inerenti il centro storico del paese e del territorio circostante”, così nelle parole del Sindaco, Guido Di Bartolomeo, che spiega come tale iniziativa “rientri all’interno di un più ampio progetto, denominato ‘Azioni a difesa della natura’, che nasce a seguito della stipula di una convenzione tra il Comune di Bolognano, il parco della Maiella ed il Dipartimento universitario, per la realizzazione di programmi di collaborazione sulla ricerca, didattica, e non solo”.

“È in quest’ottica che, il 16 giugno scorso, si è svolto proprio a Bolognano un incontro con il presidente dell’ente Parco, Lucio Zazzara, diversi docenti della Facoltà di Architettura, il direttore del Dipartimento, Lorenzo Pignatti, e alcuni studenti, per definire i dettagli del programma di lavoro”, prosegue, “nello specifico, il Dipartimento ha illustrato due principali attività, tra cui l’istituzione della Pescara Summer School e l’avvio di un lavoro di ricerca attraverso una serie di tesi di laurea sui temi del recupero urbano, del paesaggio, della sostenibilità, del restauro, e molto altro ancora. Tesi che forniranno un corpus di lavoro consistente e diversificato che potrà sicuramente contribuire a possibili soluzioni progettuali sulle tematiche individuate. ‘Azioni a difesa della natura’, neanche a
dirlo, prende il nome dalla grande ‘Operazione difesa della natura’, realizzata Joseph Beuys, artista di fama mondiale, il cui nome è strettamente legato a Bolognano e alla cui memoria il Comune sta dedicando diversi eventi, anche con il coinvolgimento degli alunni delle nostre scuole”.

“Questa amministrazione ha una mission ambiziosa e stimolante: puntare a una promozione completa e rigenerazione del nostro territorio attraverso azioni sempre più mirate e qualificanti, conclude Guido Di Bartolomeo.

Potrebbe piacerti anche