The news is by your side.

Calcio, Oddo commenta l’ordinanza di Marsilio: è come dire che non si può giocare

Pescara. L’ordinanza numero 72, emanata dal presidente della Regione Marco Marsilio, per quel che concerne il calcio amatoriale, stabilisce che sono “vietati i contrasti per il recupero del pallone così come le marcature a uomo e le scivolate. Il tocco del pallone è consentito solo ed esclusivamente se muniti di guanti. È inoltre vietato sputare o starnutire, se non munita di fazzoletto”. L’ordinanza, entrata in vigore ieri, è valida fino al 31 luglio prossimo, data identificata come giorno ultimo dell’emergenza sanitaria.

Massimo Oddo, campione del mondo nel 2006, pescarese doc, ex tecnico del Pescara (con cui ha vinto quattro anni fa il campionato di B) critica l’ordinanza, spiegando che “è come dire che non si può giocare. Credo che non si possano – e lo dico senza nessuna polemica, ci mancherebbe – fare le cose a metà. In questo modo e con queste prescrizioni diventa impossibile praticare uno sport che è di squadra, come il calcio”.

Potrebbe piacerti anche