The news is by your side.

Calcio: poker del Napoli nell’amichevole con il Pescara

Due gol per tempo con Osimhen, Insigne su rigore, Ounas e Zedadka

Pescara. Ottima prova per il Napoli di Luciano Spalletti che non fallisce l’ultimo test delle amichevoli nel ritiro di Castel di Sangro battendo per 4 a 0 i delfini del Pescara di Auteri. Una prova generale ben riuscita per il prossimo scontro con la neopromossa Venezia nella prima partita di campionato.

Ad aprire le danze è stato un gol al 9 minuto di Osimhen, seguito poi al 18′ da Insigne su calcio di rigore e nella ripresa al 48′ da Ounas con un’azione personale dell’attaccante francoalgerino che spiazza il portiere pescarese e al 78′ da Zedadka appena entrato in partita. Una squadra in forma impossibile da arginare nonostante lo stop di Zielinski, sostituito egregiamente da Elmas e il risentimento muscolare del titolare Manolas, costretto a cedere il posto a Rrahmani.

Quella mandata in campo contro gli abruzzesi di Auteri potrebbe essere la formazione di riferimento ad inizio stagione, con Lobotka utilizzato da centrale nel 4-3-3, in attesa del ritorno attesissimo di Demme.

A fare il ruolo principale anche in amichevole è il neopromosso campione d’Europa e capitano del Napoli Lorenzo Insigne, con un gol e assist vincente per Osimhen. Nonostante le voci su un suo presunto addio e un cambio di casacca per l’Inter il capitano del Napoli c’è e si conferma un punto di riferimento per la squadra partenopea.

Spalletti avrà molto da riflettere anche in ottica di calciomercato, soprattutto per quel che gli ha fatto vedere Ounas, che entra solo al 64′ della partita ma si appropria subito del palcoscenico e conquista il cuore dei tifosi. Mentre si attende la chiusura dell’annoso caso-Insigne, il francoalgerino ha dunque dimostrato di poter essere un’ottima base per l’allenatore da cui ripartire in caso di addio.

Potrebbe piacerti anche