The news is by your side.

Casa: Ater, in Regione progetto per demolizione Ferro Cavallo Pescara

Pescara. “Il progetto per la demolizione del “Ferro di Cavallo” e la ricostruzione di 56 nuovi alloggi in via Tavo è pronto: lo studio di fattibilità è stato già inviato alla Regione Abruzzo.

Nel frattempo procederemo con l’individuazione e l’assegnazione di nuovi alloggi alle circa 80 famiglie, legittime
assegnatarie, che entro fine anno dovranno inderogabilmente lasciare il Ferro di Cavallo”.

Così il Presidente dell’Ater di Pescara, Mario Lattanzio, replica al consigliere regionale del Pd Antonio Blasioli intervenuto nei giorni scorsi in maniera critica sull’argomento.

Nel “Ferro di Cavallo” ci sono oggi circa 120 appartamenti di cui 20 sono vuoti. Ora, l’Ater ha 100 alloggi disponibili, che però vanno ristrutturati e resi fruibili con interventi ad hoc.

“Eseguiti gli interventi di manutenzione, inizieranno gli spostamenti, procedura che ichiederà almeno 6 o 7 mesi di tempo”, prosegue il presidente dell’Ater Pescara.

“Questo significa che la procedura amministrativa della variante urbanistica e quella dei traslochi cammineranno di pari passo”.

Per quanto riguarda il finanziamento dell’intervento, il presidente Lattanzio ha evidenziato che si farà ricorso ai fondi Cipe, 11milioni 520mila euro assegnati alla Regione Abruzzo. “Il 20 per cento della somma, ovvero 2milioni 304mila euro, sarà assegnato al Comune di Pescara per la realizzazione di opere di urbanizzazione secondaria mentre 9milioni
216mila euro per la demolizione degli edifici in via Lago di Borgiano, la demolizione dello stabile 15 del Ferro
di Cavallo e la parziale ricostruzione di alloggi”.

Il progetto prevede la realizzazione di un unico stabile, che sorgerà in via Tavo, con 56 alloggi anziché i 50 inizialmente previsti. “Entro il 31 dicembre 2021 dovremo obbligatoriamente pubblicare il bando di gara per l’appalto integrato”, conclude Lattanzio, “con le ruspe che dovrebbero entrare in azione nella primavera del prossimo anno. Sempre entro la fine di quest’anno avremo anche completato il trasferimento delle 80 famiglie del Ferro di Cavallo.

Potrebbe piacerti anche