The news is by your side.

Chi è il più bello d’Italia? È il pescarese Alessandro Mancini, ricevuto oggi dal sindaco dopo la vittoria a Sanremo

Pescara. Per la sua prima uscita pubblica Alessandro Mancini ha scelto il palazzo comunale della sua città, cui è profondamente legato. Il 27enne pescarese, reduce dalla trionfale kermesse al teatro Ariston di Sanremo, dove è stato incoronato “Il Piu Bello d’Italia”, è stato ricevuto per le congratulazioni di rito dal sindaco Carlo Masci e dall’assessore al Turismo e ai Grandi eventi Alfredo Cremonese, che gli hanno consegnato una pergamena.

Sull’attestato è scritto: <Ad Alessandro Mancini, per aver saputo affermare nella semplicità la bellezza delle radici. Con l’augurio di importanti successi>. Il giovane, nella manifestazione che rientrava nel programma degli eventi del 70° Festival della Canzone italiana di Sanremo, si è imposto non solo grazie alle sue indubbie qualità estetiche ma soprattutto in virtù della sua personalità; Mancini è infatti un ragazzo tranquillo, amante dello sport, con una laurea in Economia e Management conseguita all’università d’Annunzio e con molta voglia di affermarsi.

<Mi fa davvero piacere che questo giovane – ha detto il sindaco Masci – abbia ottenuto un risultato così importante e che ora questo gli dia la possibilità di guardare a un futuro pieno di opportunità>. Dal canto suo l’assessore Cremonese si è detto certo <che Alessandro rappresenterà nel modo migliore Pescara in tutte le occasioni in cui, ne sono certo, sarà protagonista>. E proprio il protagonista della giornata, accompagnato dal suo manager, da amici e famigliari, si è detto molto emozionato: <Credo che la scelta della giuria a Sanremo sia caduta su di me, o almeno lo spero, soprattutto per il mio modo di presentarmi e per come ho parlato di me stesso, dei valori in cui credo e, forse, perché ho una profonda fede in Dio. La bellezza conta certamente ma da sola non credo porti molto lontano. Mi farebbe piacere – ha continuato – iscrivermi a una scuola di recitazione e comunque lavorare nel mondo dello spettacolo. Per ora mi accontento di qualche contratto come modello, poi si vedrà>.

Potrebbe piacerti anche