The news is by your side.

Ciclismo, incertezza per il Trofeo Matteotti. Di Rocco (Fci): cercheremo di proteggere tutte le nostre corse

Pescara. C’è incertezza sul calendario 2020 del ciclismo, alle prese, come tutti gli altri sport, con l’emergenza Coronavirus: un grosso punto interrogativo riguarda anche il Trofeo Matteotti, giunto alla sua 73esima edizione. Nel nuovo calendario stilato dall’UCI, la classica pescarese, fissata inizialmente a domenica 20 settembre, è stata anticipata a sabato 29 agosto. Sulla eventuale disputa della corsa ha parlato in queste ultime ore anche il presidente della Federciclismo, Renato Di Rocco: “Il calendario è congelato e cerchiamo di andare avanti di giorno in giorno in base anche alle decisioni che prenderanno i vari governi nei vari paesi, rispetto anche ai protocolli sanitari. Il Matteotti? Noi cercheremo di proteggere tutte le nostre corse in assoluto, anche perché se è vero che c’è il Tour, in Francia parteciperanno solo otto corridori per squadra e quindi poi ci sono gli altri venti corridori di tutti i team che devono correre, oltre alle Professional e alle dieci Continental italiane”.

“Credo che avremo una buona partecipazione a tutte le gare, anche perché avremo anche un calendario nazionale che deve comunque mettere in condizione tutti gli altri atleti di poter correre e svolgere la loro professione, e cercheremo di collocarli, come lo è stato negli anni passati per il Matteotti, anche per le finalità legate alla squadra nazionale” conclude Di Rocco.

Potrebbe piacerti anche