The news is by your side.

Comitato Priorità Scuola: chiarezza sul piano vaccinale per il personale scolastico over 65 e fragile

Montesilvano . Il Comitato Priorità alla Scuola Abruzzo muove una grave accusa al piano vaccinale Abruzzese e in particolare a quello Pescarese, dove ci sono stati dei disguidi per quanto riguarda il personale scolastico over 65 e le persone con fragilità.

“Il 5 marzo, il giorno dopo l’apertura della piattaforma gestita dal Comune di Montesilvano per la prenotazione delle vaccinazioni al Pala Dean Martin”, dichiarano in un comunicato, “è stato reso pubblico sui social un comunicato che conteneva i giorni previsti per la vaccinazione del personale scuola sino ai 65 anni di età con la testuale indicazione in calce: ‘Il personale over 65 si può prenotare, a partire da lunedì 8 marzo, per la giornata di mercoledì 17 marzo'”.

“Tale indicazione è poi sparita alle ore 20,30 dello stesso giorno tramite un aggiornamento del canale social fb (link:https://www.facebook.com/ComuneMontesilvano/posts/2873442569608418)”, dichiarano, “ci sembra doveroso che le istituzioni chiariscano cosa sta accadendo e stabiliscano una data per la vaccinazione del personale scuola over 65 e del personale scuola fragile con la
relativa procedura di prenotazione entro e non oltre il 14 marzo”.

“Non ci sembra possibile”, accusano, “che nel giro di 10 giorni venga vaccinato tutto il personale scuola che ne abbia fatto richiesta, ma restino fuori proprio le categorie fragili ed over 65”.

Il Comitato Priorità alla Scuola Abruzzo chiede dunque che venga stabilita una data pubblica per la vaccinazione del personale scuola over 65 e persone fragili con una procedura di prenotazione. E che questo venga fatto entro e non oltre il 14 marzo. “Tali categorie”, dichiarano in conclusione, “non hanno ricevuto a tutt’oggi alcuna indicazioni in merito e riteniamo che questa situazione debba essere sanata al più presto e che le stesse abbiano diritto a ricevere il vaccino nello stessa finestra temporale aperta al resto del personale scuola. Diversamente si verrebbe a creare una situazione paradossale non giustificabile”.

Potrebbe piacerti anche