The news is by your side.

Controlli della polizia ferroviaria: denunciati un africano che ha minacciato gli agenti e un italiano ubriaco con auto uscita di strada

Pescara. 1.531 identificati, 4 denunciati in stato di libertà, 277 servizi di vigilanza nelle stazioni ferroviarie e scorta a bordo di treni viaggiatori, 138 convogli scortati, 21 pattuglie automontate, 5 contravvenzioni elevate per infrazioni al regolamento dei trasporti e al codice della strada. Questo il bilancio dell’attività del Compartimento polizia ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo, nel corso della settimana appena trascorsa.

In particolare:

La PolFer di Ancona ha denunciato in stato di libertà un cittadino camerunense per i reati di rifiuto di generalità, falsa attestazione di identità, resistenza e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. L’extracomunitario, che viaggiava a bordo di un treno regionale senza biglietto, dopo aver dichiarato falsamente il proprio nome al capo treno nel corso della regolarizzazione, ha poi opposto resistenza e minacciato gli operatori della polizia ferroviaria intervenuti all’arrivo del convoglio nella stazione di Ancona C.le. 

La polizia ferroviaria di Giulianova, in collaborazione con la polizia stradale di Pineto, ha denunciato un 33enne italiano per guida in stato di ebbrezza alcolica. La Polfer era intervenuta nei pressi della stazione di Mosciano poiché un auto, uscendo di strada, si era arrestata pericolosamente in bilico su una scarpata adiacente la linea ferroviaria Giulianova – Teramo. Il conducente, da accertamenti esperiti sul posto mediante etilometro, è risultato positivo al test. L’evento ha provocato disagi alla circolazione ferroviaria per cancellazioni e ritardi di alcuni treni.

Potrebbe piacerti anche