The news is by your side.

Coronavirus, 25 aprile e primo maggio: i sindaci di Pescara e Montesilvano blindano 13 chilometri di litorale

Ordinanze dei primi cittadini, la Prefettura: intensificati i controlli

Pescara. “Interdizione assoluta” a pedoni e bici della riviera e della Strada Parco, interdizione assoluta dell’accesso alle spiagge e divieto di stazionare nelle aree verdi. Dopo i provvedimenti adottati per le feste di Pasqua, i sindaci di Pescara e Montesilvano, con apposite ordinanze, ‘blindano’ di nuovo 13 chilometri di litorale, in vista del 25 aprile e del primo maggio, con l’obiettivo di contenere la diffusione del coronavirus. Le ulteriori restrizioni, valide sui territori dei due comuni, saranno in vigore per le intere giornate di festa.

I divieti riguardano il lungomare dal confine con Francavilla al Mare fino a via Maresca a Montesilvano e interessano anche il Ponte del Mare, oltre a tutto il tracciato della Strada Parco, che percorre le due città. Previste deroghe per consentire di entrare e uscire di casa a chi risiede sulle strade in questione. Proprio in occasione del 25 aprile e del primo maggio, fa inoltre sapere la Prefettura di Pescara al termine del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, verranno intensificati i controlli da parte delle forze dell’ordine.

Potrebbe piacerti anche