The news is by your side.

Coronavirus, 354 viaggiatori rientrati in Abruzzo da Malta: devono segnalare il loro arrivo

Pescara. Sono 354 le persone di ritorno da Malta atterrate all’aeroporto d’Abruzzo dal primo agosto. Trattandosi di uno dei quattro paesi a rischio, insieme a Spagna, Croazia e Grecia, in base all’ordinanza del ministero della salute e alla successiva circolare della Regione Abruzzo, i viaggiatori devono obbligatoriamente segnalare il loro rientro sul portale regionale dedicato o alla Asl di riferimento per l’esecuzione del tampone e restare in quarantena fino quando non riceveranno l’esito del test.

Ai 354 già rientrati si aggiungeranno altre cento persone, che viaggeranno sul volo in arrivo domani alle 15.45: in questo caso i passeggeri verranno sottoposti a tampone una volta atterrati in Italia. La Saga, società di gestione dello scalo di Pescara, dopo la circolare della Regione, ha annunciato test rapidi e intensificazione dei controlli. Dopo Malta, domenica sarà la volta del volo che arriva da Girona.

Le “misure urgenti per la limitazione della diffusione della pandemia sul territorio nazionale”, si legge nella circolare, sono “destinate alle persone che intendono fare ingresso nel territorio nazionale e che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato” nei quattro paesi. “Per tutti i soggetti provenienti da Spagna, Malta, Grecia e Croazia, sia con tampone già effettuato prima dell’arrivo sul territorio regionale e con esito negativo sia con tampone eseguito in aeroporto e in corso di analisi che con tampone da effettuare entro le 48 ore, sussiste l’obbligo di registrarsi sulla piattaforma regionale a questa pagina (link)”.

Potrebbe piacerti anche