The news is by your side.

Coronavirus, a ottobre la sperimentazione del vaccino sull’uomo. Pronto solo per 2021

Accelera la corsa di Sanofi al vaccino anti-Covid-19. L’inizio dei test di fase 1/2 del prodotto sviluppato insieme a Gsk è stato anticipato a settembre (era previsto a dicembre). Mentre il programma di sperimentazione sull’uomo del candidato vaccino in sviluppo insieme a Translate Bio, e basato sulla tecnologia a mRna, inizierà nell’ultimo trimestre di quest’anno.

Lo ha reso noto Sanofi, aggiungendo che potrebbe essere in grado di arrivare all’approvazione dei due vaccini per il 2021. “Le cose sono maturate molto” in questo periodo, ha spiegato John Shiver, senior vice president for Global Vaccines, a proposito dell’accelerazione impressa al programma di sviluppo. Secondo Shiver l’azienda potrà avviare i trial di fase III del vaccino sviluppato con Gsk tra dicembre e gennaio, con l’obiettivo di una piena autorizzazione entro giugno dell’anno prossimo.

Non solo: Sanofi, secondo la stampa internazionale, si aspetta di avere 100 milioni di dosi del vaccino ricombinante entro la fine del 2020 e un miliardo ulteriore di dosi nel 2021.

Non è ancora chiaro quante dosi occorreranno per proteggere ogni paziente, ma se il prodotto si rivelerà efficace, Sanofi potrebbe fornire abbastanza vaccino per proteggere 50 mln di persone nel 2020 e 500 mln nel 2021.

Potrebbe piacerti anche