The news is by your side.

Coronavirus, Federazione sindacale di polizia risponde al Questore di Pescara: inopportuno il suo attacco gratuito

Pescara. Dura replica di Fsp Polizia al Questore, “è lui ad essere inopportuno con un attacco gratuito a un’attività sindacale legittima. Chiedere uno screening per chi si espone ogni giorno al Covid- 19 è sacrosanto, semmai doveva farlo lui”.

“Leggiamo con costernazione la nota della Questura di Pescara da dove si reputa ‘inopportuno’ il
fatto che Fsp Polizia abbia ribadito alla Regione Abruzzo l’appello per l’attivazione di uno screening sul personale quotidianamente esposto a causa del proprio lavoro al contagio da Covid-19, cosa che, peraltro, si accompagnava al ringraziamento nei confronti degli organi sanitari provinciali preposti i quali hanno dato parere positivo a questa attività di controllo. Non possiamo tollerare questo attacco gratuito e infondato. Non solo rivendichiamo la nostra correttezza, ma siamo noi a contestare l’immobilismo della Questura”.

Questa la dure replica di Valter Mazzetti, segretario generale dell’Fsp Polizia di Stato, alla nota
con cui la Questura di Pescara si è “dissociata dalla inopportune iniziative del sindacato” che si era
rivolto alla regione Abruzzo per chiedere l’attivazione di un protocollo sanitario ad hoc per il personale in divisa. La cosa era avvenuta a seguito di un preciso episodio in cui alcuni poliziotti erano stati esposti al contagio in occasione dell’allontanamento di un extracomunitario sintomatico, ed era stata seguita dalla decisione da parte dell’Asl di Pescara e dell’Ufficio sanitario provinciale della Polizia di Stato non solo di sottoporre a tampone i poliziotti coinvolti nell’episodio in questione, ma anche di attivare uno screening per il personale che volontariamente avesse aderito all’iniziativa. Queste ultime decisioni hanno suscitato il ringraziamento da parte dell’Fsp da cui, infine, la Questura si è dissociata definendo l’iniziativa del Sindacato inopportuna.

“Inopportuna è una becera iniziativa della Questura di mero contrasto a un sindacato che legittimamente si preoccupa e si attiva per la salute dei poliziotti. Inopportuno è metterci in mezzo a beghe forse politiche senza neppure sapere o fingendo di non sapere che già gli organi sanitari preposti ci hanno dato ragione accogliendo con favore le nostre istanze. Inopportuno è contestare chi chiede qualcosa a cui la Questura e il Questore dovevano pensare prima e meglio. E la conferma è che Fsp Polizia ha avanzato i medesimi appelli a tutti i Governatori d’Italia e nessun altro Questore si è sognato di contestarci, avendo piuttosto avallato questa sacrosanta preoccupazione per le nostre donne e i nostri uomini in divisa”, ha concluso Valter Mazzetti.

Potrebbe piacerti anche