The news is by your side.

Coronavirus, in Abruzzo distanza interpersonale e mezzi al 60% di capienza

Giuliante (Tua): "vero problema ci sarà con la riapertura delle scuole"

Pescara. Distanza interpersonale di almeno un metro, revisione della capacità massima dei mezzi, limitandola al 60% circa, proprio al fine di garantire le distanze di sicurezza, indicazioni agli utenti circa le corrette procedure e sanificazione costanti dei mezzi: queste, sulla base delle disposizioni nazionali e di quelle regionali, le regole per il trasporto pubblico locale in Abruzzo. Per la società unica del trasporto abruzzese, la Tua spa, che effettua circa il 65% delle corse del tpl regionale, il problema principale è legato proprio alle limitazioni di capienza degli autobus.

“Con le limitazioni in vigore, le criticità più importanti riguardano l’utilizzo simultaneo dei mezzi nelle ore di punta, mentre un’altra problematica”, tema su cui il presidente Gianfranco Giuliante ha più volte lanciato l’allarme, “sarà quella legato alla riapertura delle scuole a settembre quando “sarà impossibile, alle condizioni attuali, garantire il trasporto per gli studenti: Tua ha un parco mezzi di oltre 800 bus di circa 1000 autisti, insufficienti alla luce delle disposizioni vigenti”.

Potrebbe piacerti anche