The news is by your side.

Coronavirus, nel pescarese c’è chi non rinuncia all’aperitivo nonostante la zona rossa

Scafa. Contro gli assembramenti di giovani è una “partita persa”. Lo dimostrano le foto testimonianza scattate nei giorni scorsi nel pescarese. Non sono serviti i numerosissimi appelli da parte di operatori sanitari in questi ultimi giorni.

A preoccupare è la variante inglese che colpisce soprattutto i giovani. I dati degli ultimi giorni sui contagi mostrano il coinvolgimento di persone sempre più giovani. Sono proprio quelli che, mercoledì, dovrebbero rientrare in classe e riprendere le lezioni regolarmente.

La didattica, almeno per le superiori, sarà mista. Cioè il 50% tornerà in classe, l’altro 50% rimarrà a casa e continuerà a seguire la didattica a distanza. In questo modo si eviterà il sovraffollamento nelle scuole, ma purtroppo non si potrà evitare nelle strade e nelle piazze della città dove, nonostante gli appelli, gli assembramenti sono sempre tanti.

 

Potrebbe piacerti anche