The news is by your side.

Covid Abruzzo, disservizio informatico fa “peggiorare” numeri nella provincia dell’Aquila

L’Aquila. Continuano gradualmente a migliorare i numeri dell’emergenza Covid-19 in Abruzzo, con un peggioramento della provincia dell’Aquila, che sale al 13esimo posto in Italia tra quelle con la più alta incidenza settimanale dei contagi su centomila abitanti, legato, però, a un disservizio informatico a causa del quale 78 casi relativi al periodo 14-24 maggio sono stati caricati solo negli ultimi giorni sul sistema.

Situazione opposta nel Pescarese: con un’incidenza pari a 8 è la seconda migliore provincia d’Italia. Migliorano, inoltre, il Chietino e il Teramano, rispettivamente con 29 e 31, i migliori dati registrati dall’inizio dell’anno a oggi. Intanto da domani sarà attiva la piattaforma per le manifestazioni di interesse alla vaccinazione riservata ai maturandi. Sono 66 i nuovi casi accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Nel totale odierno sono compresi 15 casi della Asl Avezzano Sulmona L’Aquila riferiti al periodo 16-24 maggio. I nuovi casi sono emersi dall’analisi di 3.471 tamponi molecolari: è risultato positivo l’1,9% dei campioni. Continuano a scendere i ricoveri, che passano dai 193 di ieri ai 187 di oggi. Due i decessi: il bilancio delle vittime sale a 2.473. I nuovi positivi hanno età compresa tra 1 e 89 anni. Quelli con meno di 19 anni sono 11, di cui 6 residenti in provincia dell’Aquila, 4 in provincia di Chieti e 1 in provincia di Teramo.

Le due vittime sono una 68enne della provincia dell’Aquila e una 83enne della provincia di Teramo: quest’ultimo decesso è avvenuto nei giorni scorsi ed è stato comunicato oggi dalla Asl. Gli attualmente positivi sono 5.685 (-139): 171 pazienti (-5) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 16 (-1, con un nuovo ingresso) sono in terapia intensiva, mentre gli altri 5.498 (-133) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I guariti sono 65.652 (+203).

Del totale dei casi positivi, 18592 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+23), 19200 in provincia di Chieti (+19), 18050 in provincia di Pescara (invariato), 17212 in provincia di Teramo (+23), 578 fuori regione (+1) e 178 (invariato) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Intanto, sul fronte campagna vaccinale, sarà attiva da domani mattina la piattaforma per le manifestazioni di interesse riservata ai ragazzi impegnati negli esami di maturità. Lo comunica l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì. Il sistema telematico sarà attivo fino alle 23.59 di venerdì 28 maggio.

Successivamente, da lunedì 31 maggio a mercoledì 2 giugno, i giovani iscritti alla piattaforma regionale saranno abilitati alla prenotazione della vaccinazione sulla piattaforma Poste. Le somministrazioni saranno effettuate dal 3 al 5 giugno, dalle ore 18 alle ore 23.

“E’ stato necessario prevedere questa doppia procedura”, spiega l’assessore, “per poter programmare slot straordinari e dedicati nei nostri punti vaccinali e fornire le dosi di vaccino necessarie all’iniziativa. Non si poteva procedere in altro modo, perché senza una organizzazione puntuale avremmo rischiato di creare disagi alla campagna vaccinale ordinaria, che sta invece procedendo speditamente”.

Potrebbe piacerti anche