The news is by your side.

Covid, riapertura discoteche e sale ballo: potrebbero essere anche centri vaccinali per giovani

Pescara. La struttura Commissariale per l’Emergenza di Francesco Figliuolo ha trasmesso “per le valutazioni di competenza” una mail indirizzata al Cts e alle Regioni sulla “possibile riapertura in sicurezza del settore dell’intrattenimento danzante, nella piena compatibilità con la tutela della salute di utenti e lavoratori, nonché a rappresentare la disponibilità degli utenti del settore stesso a poter contribuire attivamente alla campagna vaccinale nazionale anti Covid-19, con un ‘attenzione dedicata al settore giovanile”. In allegato alla mail c’è il protocollo proposto dal settore dell’intrattenimento serale e notturno.

Nei giorni scorsi il presidente del Silb-Fipe, l’associazione intrattenimento di Ballo e Spettacolo, Maurizio Pasca, aveva offerto la sua disponibilità ad organizzare open day per i vaccini
anche nelle discoteche in vista di eventi estivi, affinché nella campagna vaccinale potessero essere raggiunti
sempre più giovani. Il Silb aveva anche consegnato al Comitato Tecnico Scientifico un protocollo sulla
riapertura in sicurezza delle discoteche, che prevedeva l’utilizzo della mascherina senza la necessità del
distanziamento sociale. Oltre all’obbligatorietà del green pass (certificato vaccinale, tampone o attestato di
guarigione), era previsto anche l’utilizzo di materiali mono uso, la tracciabilità attraverso l’acquisto dei biglietti
online e la sanificazione dei locali. La stessa associazione è anche promotrice di un esperimento in due diverse
discoteche a giugno, a Gallipoli ed a Milano, per verificare le condizioni sulla riapertura del settore. La mail
della struttura Commissariale per l’Emergenza di Francesco Figliuolo è infatti anche indirizzata ai presidenti
delle Regioni Puglia e Lombardia e ai sindaci di Gallipoli e Milano.

Potrebbe piacerti anche