The news is by your side.

Di Pangrazio alla presentazione di Ambient'Arti 2018: progetto importante che rilancia la natura e il territorio

Pescara.È stato presentato questa mattina, nella sala “Corradino d’Ascanio” in piazza Unione a Pescara l’evento “Ambient’Arti 18 – Il paesaggio da spettacolo”, che propone un percorso di animazione culturale incentrato sui temi della salvaguardia della biodiversità con particolare attenzione ai grandi mammiferi come l’orso e il lupo. Il progetto, voluto dal Parco Nazionale  d’Abruzzo, Lazio e Molise e dalla Riserva Zompo lo Schioppo di Morino, è realizzato dalla Dmc Marsica con la direzione artistica del Teatro Lanciavicchio e prevede un fitto calendario di spettacoli, escursioni e attività che va dal 21 luglio al 23 agosto. L’iniziativa nasce dalla volontà di condividere una modalità di valorizzazione delle aree protette attraverso l’organizzazione di percorsi ed eventi culturali e di rafforzare le capacità di  promuovere  i territori mediante un lavoro sinergico tra gli Enti, e i soggetti che a vario titolo si occupano di salvaguardia e promozione delle risorse locali. Ambient’Arti nasce nel 2000 nella Riserva Zompo lo Schioppo a Morino. Per diversi anni  ha raccolto e raccontato storie antiche di cui ancora oggi chi attraversa quelle strade percepisce un’eco profonda, ed ha proposto parole attuali in luoghi e borghi cristallizzati in un passato arcaico. Oggi Ambient’Arti ha compiuto la maggiore età e quindi la sua casa diventa  più grande, fino a comprendere i territori del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.  Un evento che porta con se la capacità acquisita di rielaborare il passato in funzione della costruzione di un futuro coerente alla storia e all’ambiente, l’attenzione alle narrazioni antiche, ma rivissute solo per poter un giorno costruire e raccontare un futuro migliore.
Per il presidente del Consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio quello presentato “è un progetto di assoluto livello che rilancia la natura e le aree interne grazie ad una proficua collaborazione tra di versi enti e istituzioni. Un progetto che serve a ripensare il nostro territorio naturale non solo in termini di protezione ambientale ma anche di valorizzazione in un modo nuovo ed intelligente. Penso ad esempio alle attività messe in campo per le nuove generazioni e per i più piccoli.” Il presidente del PNALM Antonio Carrara dichiara che ”il Parco da anni è impegnato nell’opera di sensibilizzazione dei cittadini e dei visitatori intorno alle tematiche di salvaguardia della fauna protetta e in particolar modo dell’orso. Proprio per questo l’anno scorso sono state raccolte le interviste dei cittadini di alcuni paesi del Parco e con l’aiuto e la professionalità del Teatro Lanciavicchio si è pensato di usufruire di una forma di comunicazione, come quella del teatro per coinvolgere il pubblico nella complessa e al tempo stesso affascinante possibilità di convivere con l’orso. Il ricco calendario di spettacoli, che interessa più centri del Parco, è il risultato di un percorso più ampio e strutturato che speriamo possa dare  riscontri importanti”. Il sindaco di Morino Roberto D’Amico dichiara di essere molto soddisfatto per questa collaborazione che si è rafforzata con il Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise e la DMC Marsica, dando maggiore forza e visibilità ad un progetto che da anni viene attivato con positivi riscontri nella Riserva Zompo lo Schioppo.  Giovanni D’Amico, presidente della DMC Marsica,  afferma che ”si tratta di una importante iniziativa che vede lavorare in sinergia due importantissime aree protette della nostra Regione sui temi della sostenibilità e salvaguardia della biodiversità attraverso qualificati eventi culturali.  Grazie al supporto del teatro Lanciavicchio, è stata elaborato un ricco programma dedicato alla narrazione dell’ambiente, del paesaggio e di chi lo abita. Il compito della DMC Marsica è di trasformare un evento culturale in una nuova opportunità turistica, costruendo intorno alle iniziative specifici pacchetti da promuovere e commercializzare attraverso tour operator di settore”Tra le iniziative che interessano i vari comuni della Valle Roveto e del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, si prevedono anche  momenti di animazione lungo “La via dei Lupi”, un Trekking che rappresenta il collegamento fisico e tematico tra le due aree protette e prosegue fino ad arrivare a Roma.

Potrebbe piacerti anche