The news is by your side.

Emozione e gioia fra gli studenti a Pescara per la maturità, festa fuori il liceo abruzzese

Gli studenti del Liceo Alfieri al termine della seconda prova degli esami di maturit‡ davanti alla scuola, Torino, 22 giugno 2017. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Pescara. Emozione come normale per uno degli appuntamenti più importanti della vita, ma anche curiosità per un esame diverso da quello che sarebbe stato senza la pandemia. All’esterno del Liceo Classico Gabriele D’Annunzio di Pescara si mescolano la gioia di chi già festeggia e di chi è in attesa di sostenere l’esame (prova unica orale senza scritti). Riccardo Anzoletti della 5D brinda con prosecco e pizzette con i genitori dopo aver sostenuto la maturità: “È vero mi sono tolto un peso ma non mi sento certo un privilegiato perché ci sono stati tolti i mesi più belli come i cento giorni dagli esami, la notte prima degli esami, e gli ultimi tre mesi di scuola e il calore dei compagni”. La prova orale durata un’ora ha visto il giovane studente cimentarsi, tra gli altri argomenti con “Il Piacere, la Vergine delle Rocce e Elettra per D’Annunzio, Polibio per il Greco e Cicerone per il Latino. C’è anche chi vive le ore prima dell’esame con un po’ di ansia.

“Certo non fare la versione di greco”, dice Francesca, “per me che non sono una cima in questa materia è un bel peso in meno. Sono preoccupata ma neanche tanto perché credo che ci sarà anche la giusta comprensione da parte dei professori”. Contenta Micaela, 5G, che abbraccia il papà e la mamma fuori il Liceo. “È stato meno difficile di come immaginavo. Ho trovato grande disponibilità da parte dei professori che mi hanno fatto parlare tanto. A me è uscito Seneca e poi mi hanno chiesto tra le varie domande della seconda Rivoluzione Industriale. Oltre all’argomento di cultura generale. Ora le vacanze? Beh pochi giorni perché dovrò iniziare a preparare i test per Medicina. Ti è pesato aver saltato gli ultimi mesi di scuola? Tantissimo. Ho una classe bellissima e non essere stati insieme per le ultime settimane di scuola è stato durissimo”.

Rigide, così come previsto, le misure di sicurezza anti Covid. Portone principale del Liceo chiuso. Ingresso consentito ad uno studente per volta, munito di mascherina, e aule con la presenza della Commissione e di un testimone oltre all’esaminando.

Potrebbe piacerti anche