The news is by your side.

Escursioni fluviali, pedalate in montagna e molto altro: tour operator alla scoperta dell’Abruzzo

Pescara. Escursioni fluviali in canoa, pedalate in montagna e nei tratti accessibili della Costa dei Trabocchi, visite guidate ai centri faunistici, nei parchi e nelle riserve naturali, con  pause dedicate all’enogastronomia e alla scoperta di aziende vinicole e birrifici d’eccellenza: una full immersion nella variegata offerta turistica del territorio abruzzese: è il programma messo a punto dal presidente regionale di Cna Turismo Claudio Di Dionisio per far conoscere l’Abruzzo a 12 tour operator specialisti nel “turismo esperienziale” – Cyclando, Slo Ways, Cicloposse, Cycle Europe, Ciclismo Classico, S.Cape Travel, Kel 12, Girolibero, Mondobici, Dreavel, Carol’s Moveable Feast e Backroads – ospiti a Pescara, dal 4 al 6 settembre, di “Active Abruzzo tra vocazione e destinazione”, incontro promosso da Camera di Commercio di Chieti-Pescara e da Cna Turismo Abruzzo all’interno della terza edizione di “Ecomob 2020”, evento dedicato alla cultura ecosostenibile dove discutere di ecomobilità, cicloturismo ed ecologia ambientale.

Momenti clou di Ecomob 2020 , spiega il responsabile regionale di Cna Turismo, Gabriele Marchese, sono il 4 settembre, alle 18, con un convegno (con Di Dionisio ci saranno il presidente del porto turistico Carmine Salce, l’assessore regionale al Turismo Mauro Febbo, il responsabile nazionale per il turismo di Cna Cristiano Tomei, il vice presidente dell’ente camerale Lido Legnini, il presidente della Pmc Abruzzo Dario Colecchi) e il 5 settembre con un “B2b”, dalle 17 alle 20, “cui hanno già aderito un centinaio di operatori abruzzesi per confrontarsi con i tour operator che ospitiamo”.

“Gli specialisti internazionali potranno confrontarsi con le nostre imprese specializzate nel turismo attivo – sottolinea Di Dionisio – per trasformare percorsi e itinerari in pacchetti e proposte da immettere sui mercati nazionali e internazionali, quindi per passare dall’Abruzzo della sola vocazione all’Abruzzo come destinazione forte e ambita”.

Potrebbe piacerti anche