The news is by your side.

Essere Umano, tra algoritmi e inclusione: tutto pronto a Pescara per la seconda edizione del TEDx

Pescara. Dagli algoritmi dei social che condizionano la nostra vita alla trasformazione tecnologica determinante nella quotidianità fino al costo dell’assenza di inclusione per le aziende: sono solo alcuni argomenti che saranno trattati sul palco dell’Auditorium Flaiano il 18 maggio per la seconda edizione del TEDxPescara. Quest’anno è stato scelto il tema “Essere Umano” per sviscerare l’importanza che l’uomo riveste, ancora oggi, in ogni processo innovativo. L’evento è stato presentato in conferenza stampa, all’Hotel Salus di Pescara, dal presidente di Confindustria Chieti-Pescara Silvano Pagliuca, partner dell’evento. “Per chi fa impresa”, ha detto, “il valore dell’essere umano, soprattutto in un momento di transizione in cui la tecnologia sta trasformando la società, è fondamentale.

Oggi Paesi come Germania, Olanda e Norvegia sperimentano la settimana corta e in Italia Bruno Cucinelli impone ai dipendenti di non lavorare oltre le 17.30. Dobbiamo tornare a far vivere il pensiero di Olivetti secondo cui, cito testualmente, ‘il capitale umano deve servire l’uomo e non viceversa”. Gli studenti dell’Istituto Manthoné di Pescara per il secondo anno animeranno la giornata nell’ambito del progetto di formazione alternanza- lavoro. Tra i nuovi sostenitori dell’evento l’Ente Manifestazioni Pescaresi. “E’ con molto piacere che partecipiamo al TEDx, evento di cui da anni seguo le sorti prima che nascesse a Pescara”, ha sottolineato il presidente, Angelo Valori, “l’argomento prescelto ‘Essere Umano’ ha una forte suggestione per molti motivi e il suo progetto si inserisce all’interno delle direttive che l’Ente sta seguendo”.

Gli speaker di questa seconda edizione sono 13, tra cui due performance. Si parlerà di storytelling digitale, food, inclusione, viaggi, etica, innovazione, formazione, trasformazione digitale, solidarietà, arte, diversità più tre speech formato TED, il format che ha ispirato la conferenza indipendente. La giornalista scientifica Paola Capatano, che dirige il servizio di comunicazione multimediale al CERN di Ginevra, sarà presente con una mostra fotografica che racconterà il suo viaggio in barca a vela ai confini del Polo sulle tracce del dirigibile Italia.

Potrebbe piacerti anche