The news is by your side.

Fase 2, da 2mila tamponi a 500. Pettinari (M5S) si appella alla Verì: più test, non si abbassi la guardia

"L'assessore imponga alle Asl un aumento dei test sulla cittadinanza"

Foto: Il Messaggero

Pescara. “In Abruzzo è drasticamente sceso il numero dei tamponi eseguiti sulla popolazione, in  alcuni giorni addirittura non si sono superati i 500 test. Un numero assolutamente insufficiente per la mappatura del contagio all’interno del territorio regionale”. È quanto denuncia in una nota il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle e vice presidente del consiglio regionale, Domenico Pettinari, che chiede all’assessore alla Salute, Nicoletta Verì, di non abbassare la guardia in un momento delicato dell’emergenza sanitaria, quello della Fase 2, dove sono previste le riaperture di molte attività.

“Ad aprile eravamo arrivati ad un numero importante di circa 2mila tamponi eseguiti in un giorno”, sottolinea Pettinari, “oggi, nonostante sia aumentato il numero di laboratori autorizzato a seguire le analisi, perché registriamo questo calo? E’ un errore che non possiamo permetterci”.

“Chiedo all’assessore di imporre alle Asl un aumento dei test sulla cittadinanza”, questo l’appello del 5 stelle alla Verì, “oggi abbiamo, a quanto si apprende da alcune dichiarazioni proprio dell’assessore, quattro laboratori attivi nelle Asl, più altri privati in attesa di autorizzazione, è necessario mettere a sistema queste strutture. Se i tamponi diminuiscono rispetto allo scorso mese, ritengo difficile una comparazione che renda adeguata l’analisi della curva dei contagi. Siamo in un momento delicatissimo: con le riaperture e la diminuzione delle restrizioni per la cittadinanza ora più che mai il monitoraggio della diffusione del virus merita particolare attenzione. Non abbassiamo la guardia. Mi auguro che l’assessore”, conclude il pentastellato, “voglia accogliere questo mio appello e aumentare sin dai prossimi giorni il numero dei test”.

Potrebbe piacerti anche