The news is by your side.

Fondi per autobus e treni, D’Alessandro (I.V) attacca Marsilio: ci vuole una faccia, anzi tre. Ritenti un’altra volta

Pescara. ” Si dice al mio paese che chi ha una “faccia” campa bene, chi ne ha due fa il signore. Chi ne ha tre? Può fare Marsilio”. Interviene così, in una nota, il deputato di Italia Viva Camillo D’Alessandro. “Viene spacciata in pompa magna la delibera per acquistare autobus e treni”, sottolinea il deputato di Italia Viva, “ma non si tratta latro della vecchia programmazione, risorse programmate e lasciate. La deliberazione adotatta dalla Giunta riguarda le risorse stanziate dalla Delibera CIPE 54 del 2016, riguardante il Piano Operativo Infrastrutture. Insomma l’annuncio di Marsilio e compagnia rappresenta un’altra bufala”.

“Nello specifico”, precisa D’Alessandro, “si tratta di 51 milioni e 200mila euro relativo ai treni di cui alla delibera Cipe 54/2017,  12milioni e 800 mila euro riguardante gli autobus, sempre riferita alla stessa delibera del 2017 e 20 milioni di euro sempre sul ferro, realtivo al fondo ex art. 1 comma 866 della Legge 28 dicembre 2015 che ha stanziato risorse per le annualità 2019-2022, basta chiedere ai sindacati. Anche a tipologia dei treni e degli autobus fu stabilito con atto della Giunta D’Alfonso che ho personalmente seguito”.
“Quindi come si fa a rivendersi ogni volta la fontana di Trevi come Totò ? A questo siamo arrivati ? Quant’è che Marsilio aggiunge un euro a ciò che ha trovato?”, continua nella nota il deputato, “piuttosto si concentrassero sui nuovi fondi. Si sta concludendo l’intesa all’interno della conferenza Stato-Regioni per risorse aggiuntive, queste si nuove, per la mobilità sostenibile. Non so come è abituato a Roma Marsilio”, conclude D’Alessandro, “ma qui, in Abruzzo lo “taniamo”, ritenti un’altra volta”.
Potrebbe piacerti anche