The news is by your side.

Il Consigliere Lattanzio sul caso “divieto d’accesso”: dal sindaco Valentini mi sarei aspettato delle scuse

Pescara.  Il Consigliere della lista civica “Catignano presente” interviene con un post su Facebook a seguito delle dichiarazioni del sindaco di Catignano dichiarando.”La parentesi non si chiude”, si legge nella nota di Lattanzio ,”di imbarazzante c’è solo l’accaduto e la risposta del sindaco di Catignano. Cosa c’è di imbarazzante non è comprensibile. Quello che c’è e che rimane è un atto di impedimento verso un Consigliere di poter esercitare un suo democratico diritto. Gravità che è palese a prescindere che sia stato messo in atto in un piccolo comune piuttosto che in una metropoli”.

“L’isteria appartiene unicamente a chi doveva solo esternare le motivazioni alla base dell’accaduto”, e continua il Consigliere Lattanzio.” No, non si è data nessuna motivazione a meno che non è da ricercare in quanto scritto dal sindaco. Forse perché nell’ultimo periodo mi sono recato più volte in comune per apprendere se c’erano delle emergenze particolari e mai senza dispositivi di sicurezza e chiedendo ai dipendenti e al segretario la situazione in essere”?
“Dal sindaco, che non era presente ne durante l’accaduto e ne in comune, mi sarei aspettato delle scuse”, dichiara inoltre il Consigliere Lattanzio,”per un fatto grave sul quale è intervenuto anche il Senatore D’Alfonso con una interrogazione al Ministro dell’Interno, e che ringrazio per la vicinanza espressa e la tempestività con il quale si è attivato”.

Potrebbe piacerti anche