The news is by your side.

Il ministro Bellanova incontra i giornalisti agricoli: illustrata l’iniziativa “Parchi della felicità”

Pescara. “Un incontro sinergico rispetto a un rapporto di reciproca collaborazione stabile e proficua per la trasparenza degli atti, la lotta al caporalato e tutte le altre iniziative utili al settore e da far conoscere, non solo agli addetti ai lavori, ma a tutti i cittadini italiani”. Così Roberto Zalambani, il presidente Unaga (Unione nazionale associazione giornalisti agricoli), sottogruppo del Fnsi (Federazione nazionale stampa italiana), al termine dell’incontro di due giorni fa con il ministro delle Politiche agricole, Teresa Bellanova.

“Il giornalismo di competenza” ha detto il ministro rivolgendosi ai giornalisti dei settori agroalimentare e ambientale “ha per me un grande valore per parlare ai cittadini consumatori sul cibo buono e la tutela del made in Italy. È importante che i giornalisti condividano il tavolo nazionale contro lo spreco alimentare che ho convocato il 5 novembre prossimo”.

Nel corso dell’incontro con il ministro, introdotto dal presidente Arga Lazio Roberto Ambrogi, il vicepresidente vicario Unaga, Donato Fioriti, ha illustrato “il piano nazionale sulle istituzioni dei Parchi della Felicità, in adozione di una risoluzione ONU, grazie all’intuizione del giornalista Ugo Iezzi. Iniziativa che si svolge da quattro anni in Abruzzo, il 20 marzo, e che il prossimo anno si farà nel comprensorio laziale San Felice Circeo-Ventotene-Ponza”.

Unitamente al coordinamento dei Comuni guidato dal sindaco di Tollo, Angelo Radica, e altre associazioni (Cipas nazionale, Fige Italia, Arga Abruzzo, le sezioni abruzzesi Mfe, Cime), Fioriti ha poi parlato dell’iniziativa Unaga, volta a evidenziare come nei trattati e nei regolamenti europei sia assente il riconoscimento per tutti i cittadini europei del diritto alla felicità, con l’obiettivo di chiedere al presidente del parlamento europeo David Sassoli che anche l’Europa introduca il diritto alla felicità nei trattati e nei regolamenti, affinché si realizzi una Europa “federale, solidale, felice”.

Lisa Bellocchi, vice presidente internazionale dei giornalisti agricoli (Enaj), si è soffermata sullo stato dell’arte a livello europeo e sulle necessità agricole italiane; il segretario generale Unaga Gian Paolo Girelli ha ricordato “il grave problema dei dazi per i nostri prodotti di eccellenza e il monitoraggio costante sul Made in Italy dei prodotti alimentari e agricoli a salvaguardia della qualità”; Efrem Tassinato, segretario-tesoriere Unaga, ha illustrato al ministro le tante iniziative di settore della partner Wigwam, ormai operativa a livello internazionale, e di cui si occupa in prima persona.

In mattinata la giunta nazionale di Unaga aveva preso parte al convegno su “Regimi alimentari salubri per un mondo senza fame” alla Fao in occasione della giornata mondiale dell’alimentazione. Dopo l’incontro con il ministro si è tenuta la Giunta Unaga: tra gli appuntamenti decisi in quella sede la partecipazione del 5 dicembre a Bruxelles al congresso internazionale Enaj (European network of
Agricoltura Journalists) e il prossimo consiglio nazionale, fissato nei giorni 13/14 dicembre a Bologna, presso Fico Eataly World.

Potrebbe piacerti anche