The news is by your side.

Il sorriso, omaggio a Falcone e Borsellino: a Pescara la cerimonia di deposizione del monumento. Ecco le info

Monumento dedicato a Falcone Borsellino e a tutte le vittime della mafia

Pescara. Tra le molteplici iniziative della 24esima edizione del “Premio Nazionale Borsellino”, che si terrà a Pescara dal 15 al 26 ottobre, si segnala un appuntamento fuori programma di tutto rilievo. 

Venerdì, a partire dalle 10, all’interno del centro polifunzionale “M.Fanti” (Questura) sarà deposto il monumento itinerante “Il Sorriso, omaggio a Falcone e Borsellino”, simbolo della legalità scolpito con pietra della Majella dagli alunni del Liceo Artistico di Castelli, nel teramano, sotto la guida del maestro e scultore Valentino Giampaoli. Presenzierà il vice ministro dell’Interno, Vito Crimi, e saranno presenti diverse autorità politiche ed istituzionali, tra le quali il prefetto Luigi Savina, già vice capo della polizia – direttore generale della Pubblica Sicurezza ed il Prefetto di Pescara Gerardina Basilicata.

Una rappresentanza degli studenti autori dell’opera giungerà da Castelli per raccogliere il consenso che il monumento desterà agli intervenuti. Per l’occasione la Questura di Pescara aprirà le porte a chi intenderà visitare l’opera. Sarà possibile effettuare le visite dalle 10 alle 20 di venerdì e dalle 8.30 alle 14 del 26 ottobre. 

L’immagine fu scattata il 27 marzo 1992 dal fotografo Tony Gentile durante un convegno tenutosi al palazzo Trinacria di Palermo, ma divenne celebre solo quattro mesi dopo, quando, con la strage di via d’Amelio, venne usata in prima pagina da tutti i quotidiani nazionali, diventando il simbolo della rinascita di una comunità che reagisce contro la mafia.

“Falcone e Borsellino erano seduti a quel tavolo”, si legge nella descrizione, “non so cosa si siano detti, ma a un certo punto tra di loro si è creato questo momento di battuta e hanno sorriso.”

Potrebbe piacerti anche