The news is by your side.

La Polizia di Pescara e provincia celebra San Michele Arcangelo, protettore della Polizia di Stato

Pescara. Questa mattina, la Polizia di Stato ha celebrato l’annuale ricorrenza della festività di San Michele Arcangelo, Patrono della Polizia di Stato. La cerimonia si è svolta dapprima in Questura dove, alla presenza del Prefetto Giancarlo Di Vincenzo, è stata deposta una corona presso il Sacrario per ricordare i caduti della Polizia di Stato: un momento di grande raccoglimento e di sentita partecipazione in ricordo di quanti hanno sacrificato la propria vita al dovere.

Successivamente, presso la Cattedrale di San Cetteo, il Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Pescara-Penne, Don Francesco Santuccione ha officiato la Santa Messa. Il rito religioso è stato reso più intimo ed emozionante da alcuni musicisti del Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara: Lorenzo Astolfi (violino), Francesco Masciarelli (organo) e Lorenzo Parlione (quest’ultimo, trombettista, ha intonato il silenzio durante la deposizione della corona), preparati dal Maestro Urbano Alfredo. I musicisti hanno accompagnato il soprano Lisa Capano che, insieme al Sovrintendente della Polizia di Stato Fabrizio Di Nisio, in servizio presso l’11° Reparto Volo di Pescara, ha intonato la “preghiera del poliziotto”.

Al termine della Messa, l’impegno quotidianamente profuso dalle donne e dagli uomini della Polizia di Stato è stato ulteriormente valorizzato attraverso la lettura della emozionante lettera di ringraziamento che una cittadina abitante a San Silvestro ha fatto pervenire in Questura, rivolta ai poliziotti intervenuti per prestare soccorso alla popolazione durante il grosso incendio che il pomeriggio del 30 agosto si è sviluppato in quella zona. La Polizia di Stato ha scelto di affidare la lettura all’ Allievo Agente Simone Troiani, frequentatore del 209° Corso di Formazione presso la Scuola per il Controllo del Territorio di Pescara, presente con una piccola rappresentanza. In occasione della ricorrenza della festività di San Michele Arcangelo, le donne e gli uomini dell’11° Reparto Volo di Pescara hanno devoluto all’Associazione Genitori Bambini Emopatici una somma di denaro da loro raccolta, a dimostrazione della attività di solidarietà e sostegno che da sempre contraddistingue l’istituzione della Polizia. La cerimonia di consegna è avvenuta subito dopo il termine della Santa Messa, presso la sede dell’AGBE, in Pescara, via Passo della Portella. Alla cerimonia, oltre al Comandante dell’XI° Reparto Volo Ettore Rossi, al Presidente dell’AGBE Achille Di Paolo e al Direttore dell’Istituto Don Orione Renato Di Fiore, ha preso parte il Vicario del Questore Alessandra BUCCI che ha espresso il suo sentito apprezzamento per l’organizzazione e per l’impegno quotidiano dell’AGBE e della struttura operativa visitata, ospitante le famiglie, provenienti anche da fuori regione, con bambini bisognosi di essere curati per leucemie, tumori ed altre malattie del sangue, presso il Reparto di Oncoematologia Pediatrica, di Chirurgia Pediatrica e dei Trapianti di Midollo Osseo dell’Ospedale Civile di Pescara. Peraltro, a causa dell’emergenza sanitaria per il Covid 19, sia la donazione sia la visita di oggi della Polizia di Stato sono state le state le prime ad essere fatte.

Alla Santa Messa hanno preso parte:
Prefetto di Pescara Giancarlo Di Vincenzo;
Vicario del Questore Alessandra Bucci;
Sindaco di Pescara Carlo Masci;
Sost. Procuratore della Repubblica della Procura di Pescara Fabiana Rapino;
Presidente della Provincia di Pescara Antonio Zaffiri;
Comandante Provinciale Arma Carabinieri Eduardo Gambardella;
Comandante Provinciale Guardia di Finanza Vincenzo Grisorio;
Comandante Carabinieri Forestali Giancarlo D’Amato;
Comandante Polizia Municipale di Pescara Danilo Palestini;
Comandante Provinciale Vigili del Fuoco Daniele Centi;
Per la Direzione Marittima Pescara: Comandante in seconda Giuseppe Barretta;
Comandante Genio Militare Pescara Maurizio Tacconelli;
Presidente dell’Associazione AGBE Pescara.
Direttore Istituto Don Orione.
Familiari di alcuni poliziotti caduti in servizio.

Potrebbe piacerti anche