20.5 C
Pescara
mercoledì, Giugno 29, 2022

L’assicurazione sulla casa è obbligatoria? No, ma è fortemente consigliata: ecco perché

Must read

L’attenzione verso la propria abitazione sta crescendo in questi ultimi anni, poiché la casa rappresenta indubbiamente il bene più prezioso.

Un’alluvione, un incendio o un uragano, fenomeni imprevedibili ma tutt’altro che improbabili, soprattutto alla luce dei nuovi sconvolgimenti climatici, possono distruggere completamente o in parte un edificio.

In casi come questi è di grandissima utilità aver sottoscritto un’assicurazione casa, che sicuramente non restituirà i beni andati perduti ma almeno potrà risarcire in parte il danno.

Ma è obbligatoria? Non lo è, fatta eccezione per un unico caso e cioè quando si chiede un mutuo per acquistare un immobile. L’abitazione rientra tra le garanzie offerte alla banca, che deve quindi tutelarsi.

Solo in questo caso l’assicurazione casa è obbligatoria, in particolare la polizza incendio e scoppio che copre quegli eventi che possono provocare danni serissimi all’abitazione. Vengono coperti anche i danni che riguardano il contenuto, come elettrodomestici, oggetti, impianti ed arredi.

Chi richiede il mutuo può scegliere autonomamente l’assicurazione alla quale rivolgersi, per poi presentarla alla banca.

Bisogna quindi sottoscrivere un’assicurazione casa che fornisca una protezione adeguata contro scoppi e incendi a prezzi competitivi.

Tra i brand più affermati del settore spicca Prima Assicurazioni proprio per completezza dell’offerta e costi accessibili.

Oltre alla polizza scoppio e incendio l’assicurazione offre tante altre proposte, che tutelano non solo il fabbricato ma gli stessi abitanti.

In tutti gli altri casi l’assicurazione casa non è obbligatoria, ma è fortemente consigliata per tutelare un bene preziosissimo come l’abitazione.

Purtroppo non sempre si percepiscono i pericoli che minacciano l’immobile, come fughe di gas, alluvioni, bombe d’acqua o anche furti ed effrazioni.

Solo quando succede uno di questi eventi infausti, si ricorre alla sottoscrizione di una polizza quando ormai è troppo tardi.

Naturalmente bisogna scegliere la copertura più pertinente in base alle minacce ed ai pericoli più imminenti.

Chi abita in un edificio vicino ad un fiume che tende spesso ad ingrossarsi e ad esondare, dovrebbe prendere in considerazione l’idea di sottoscrivere una polizza sugli eventi atmosferici. Stesso discorso vale per chi vive alle pendici di una montagna, dove si verificano eventi come frane, valanghe o smottamenti.

In un condominio sono frequenti incidenti fortuiti, come la caduta di un vaso o la rottura del bagno, che possono provocare danni seri a terzi che comportano spese ingenti. In questi casi la soluzione migliore è rappresentata dalla polizza sulla responsabilità civile.

Chi invece vive in una zona malfamata, con un alto tasso di furti e rapine, dovrebbe sottoscrivere una polizza antifurto.

Difficile dare una stima dei costi, che variano sensibilmente in base ai fattori di rischio ed alle coperture richieste. L’importante è optare per una polizza completa, senza badare troppo al risparmio poiché non c’è prezzo alla propria sicurezza e a quella dei propri cari.

- Advertisement -spot_img

Latest article