10.8 C
Pescara
lunedì, Gennaio 17, 2022

Lavoro subordinato: lo staff leasing e la somministrazione a tempo determinato

Must read

In che cosa consiste il contratto di lavoro in somministrazione e perché viene oggi utilizzato da molte imprese.

Sempre più spesso le aziende alla ricerca di personale da assumere si rivolgono a fornitori esterni. Ciò è possibile grazie all’esistenza della somministrazione di lavoro, un particolare contratto che regola i rapporti di lavoro subordinato.

soggetti coinvolti nella stipula di questa specifica tipologia di contratto sono tre: l’impresa utilizzatrice che necessita di nuove risorse da inserire all’interno dei propri organici; l’agenzia somministratrice che invia personale formato presso l’utilizzatore; il lavoratore che viene assunto dal somministratore per andare in missione (prestare servizio) presso l’azienda utilizzatrice.

Chi ha la necessità di reperire nuovi talenti e professionisti aderendo ai principi del lavoro flessibile, può fare affidamento sui servizi di leasing del personale offerti da Jobtech. L’agenzia di somministrazione accreditata a livello nazionale è leader nel settore dello staff leasing e della somministrazione a tempo determinato.

Lo staff leasing non ha alcun limite temporale. Questo significa che l’agenzia per il lavoro assume a tempo indeterminato il professionista da impiegare presso i propri clienti. Qualora l’utilizzatore si trovasse a non avere più bisogno di un lavoratore in staff leasing, l’agenzia si occuperà di trovargli una collocazione presso un altro committente. Per tutta la durata del tempo in cui la risorsa rimanesse inoccupata, è inoltre compito dell’agenzia corrisponderle un’indennità mensile di disponibilità.

La somministrazione a tempo determinato è invece soggetta a un limite temporale, al termine del quale il contratto di lavoro tra il somministratore e il somministrato (così come quello tra il somministratore e l’utilizzatore) deve considerarsi risolto. Come si può facilmente intuire, la somministrazione a termine garantisce una maggiore flessibilità rispetto allo staff leasing. Proprio per questo motivo, viene preferita dalle aziende che hanno necessità di aumentare il personale per un determinato periodo di tempo, specialmente per far fronte a picchi di lavoro improvvisi o programmati.

I lavoratori somministrati, pertanto, non vengono computati negli organici delle imprese utilizzatrici. Queste ultime sono di conseguenza sgravate da ogni genere di onere di natura burocratica, salariale e contrattuale legato all’assunzione diretta. Gli utilizzatori possono così risparmiare sui costi di amministrazione del personale per qualsiasi tipo di mansione. La normativa prevede infatti che tutte le categorie professionali – dagli operai agli impiegati, dai quadri ai dirigenti – possano essere assunte tramite contratto di staff leasing o tramite somministrazione a tempo determinato.

- Advertisement -spot_img

Latest article