2.4 C
Pescara
martedì, Novembre 30, 2021

Mercato immobiliare 2021, quanto tempo ci vuole per vendere casa?

Must read

I tempi di vendita di una casa sono uno degli indicatori dello stato di salute del mercato immobiliare, poiché il tempo necessario per inserire correttamente la casa sul mercato è sintomo di vari fattori tra loro interconnessi. Come ogni anno, il gruppo Tecnocasa ha stilato un report sullo stato del nostro Paese, un’analisi che dal 2010 ci fornisce un quadro molto complesso dell’andamento legato al settore delle compravendite.

L’analisi pubblicata a gennaio 2021, prende in considerazione le grandi città, i rispettivi hinterland e i capoluoghi di provincia. Questo 2021, merito anche del rallentarsi della pandemia, sta procedendo a redini spiegate: nelle metropoli, le tempistiche di vendita sono di 118 giorni contro i 109 giorni del 2020, ma nei capoluoghi di provincia la media è di 146 giorni (-16 rispetto ad un anno fa) mentre nell’hinterland si parla di 157 giorni (-11 giorni). Tra le grandi città capoluogo i tempi di vendita maggiori si toccano a Bari (161 gg) e Verona (151 gg), mentre minor tempo lo si è raggiunto a Bologna (57 gg) e Milano (60 gg).

Ciò sta ad indicare che rispetto solo all’anno scorso, le persone hanno ripreso a fidarsi del futuro e, spinti anche da prezzi di mercato molto più bassi ed in linea con le esigenze personali che puntano verso spazi abitativi più ampi e verdi, stanno optando per acquisti abitativi che coinvolgono maggiormente le grandi periferie urbane.

In tutto ciò, all’interno di questo quadro valutativo, uno degli aspetti che maggiormente depista la scelta di un soggetto di vendere casa non è la parte burocratica preliminare da assolvere ma piuttosto la messa sul mercato dell’immobile, le visite dei potenziali acquirenti fino agli accordi di vendita finale. Potrebbero essere tempi biblici se non si seguono le giuste accortezze e non ci si affida ai giusti canali di vendita del settore.

I tempi di vendita di un immobile, come ben sa anche Dove.it, l’agenzia immobiliare che opera dal 2018 nelle maggiori trattative di compravendita a livello nazionale, possono essere molto variabili. Gli stessi numeri appena elencati ne sono la dimostrazione, anche se in tutto ciò possono incidere molto pesantemente tre fattori guida a cui i venditori devono prestare bene attenzione.

Il primo ovviamente è il prezzo di vendita che deve essere ben allineato a quello delle altre abitazioni della zona con medesime caratteristiche e struttura. Ovviamente ci si deve allineare non solo alle caratteristiche intrinseche della casa, ma anche a quello che la zona offre e ha offerto negli anni passati.

Il secondo fattore è il mercato di riferimento che detta le sue regole immobiliari: ovviamente se il contesto è in fermento e le vendite molto rapide, c’è maggiore possibilità che anche la casa messa in vendita rispetterà le tempistiche delle altre strutture intorno. Un altro punto da tenere ben presente, legato agli altri due fattori, sono i servizi visto che una spinta alla compravendita la giocano gli esercizi commerciali, i collegamenti con i mezzi pubblici, scuole, giardini e strutture sanitarie vicini e intorno alla casa.

Come possiamo vedere per vendere una casa sono molte le variabili da considerare, in questo caso il fai da te risulta rischioso se non si ha almeno una pregressa esperienza di vendita alle spalle. Allearsi ad un’agenzia come Dove.it che garantisce inoltre zero commissioni al venditore in tutti questi passaggi, è la scelta vincente che accorcia i tempi e può fare la differenza.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img

Latest article